0

Nuovo tunnel di battuta per il Baseball Club Fossano

Dicembre 15th, 2017
E' stato inaugurato domenica 10 dicembre il nuovo tunnel di battuta ...
0

Seconda giornata della Winter Ball Cup 2017

Dicembre 15th, 2017
Domenica 17 dicembre  è in programma la seconda giornata di gare ...
0

La cronaca della quinta giornata della Western League

Dicembre 15th, 2017
Quinta giornata di Western League disputata nel palazzetto dello ...
0

Crocetta, una automedica per Gianni

Dicembre 14th, 2017
In occasione della cena sociale del 16 dicembre che si terrà presso ...
0

Oltretorrente, il 2017 si è concluso con la classica cena

Dicembre 14th, 2017
Nella splendida cornice del teatro “Al Parco” si è svolta nei giorni ...
0

Giuseppe Mazzanti alla Fortitudo Bologna per la stagione 2018

Dicembre 14th, 2017
Grande colpo per la società biancoblu che si assicura le prestazioni ...
0

Secondo arrivo dalla Bundesliga per il San Marino

Dicembre 08th, 2017
Il secondo arrivo di dicembre in casa T&A è Thomas De Wolf, che ...
0

Robin Penoyer head coach delle Thunders

Dicembre 08th, 2017
La società Castellana dopo un ottimo campionato in massima serie, con ...
0

Skatch Boves, Camilla Pellegrino vince il premio 'Studio e Sport 2017'

Dicembre 08th, 2017
Giovedì 7 dicembre Camilla Pellegrino è stata premiata dal Presidente ...
0

San Marino ufficializza l'arrivo di Juan Martin per la stagione 2018

Dicembre 04th, 2017
A dicembre, con la stagione ancora lontana, il San Marino Baseball ...
0

Rovigo, grande affluenza alla Serata delle Medaglie

Dicembre 03rd, 2017
Il mondo del batti e corri rodigino non smette mai di stupire. Nella ...
0

L'Euroacque Piacenza conclude la stagione 2017

Dicembre 03rd, 2017
Nella splendida cornice dell'Auditorium S.Ilario, l'Eurocque Baseball ...
0

23° Memorial Luca Vitali - Trofeo Giovani Marmotte

Dicembre 03rd, 2017
Torna puntuale la tradizionale kermesse invernale di ...
0

Andrea Mazzoni è il nuovo tecnico del Crocetta

Novembre 30th, 2017
Andrea Mazzoni torna a guidare la Farma. L’ultima stagione da manager ...
0

Oltretorrente, Daniele Saccò è il nuovo manager della squadra di serie B

Novembre 30th, 2017
Il Gruppo Oltretorrente è lieto di comunicare l’ingaggio come manager ...
0

Dopo Ambrosino, anche Federico Giordani approda a Nettuno sponda Academy

Novembre 29th, 2017
Ancora un importante movimento di mercato per il Città di Nettuno ...
0

Paolino Ambrosino ritorna a Nettuno

Novembre 29th, 2017
Ambrosino ritorna nella sua città dopo quattro bellissime stagioni ...
0

Gruppo Oltretorrente, 28o Torneo Unicef

Novembre 29th, 2017
L’associazione polisportiva giovanile dilettantistica Parma 2001, ...
0

Il VI premio Doriano Donnabella va a Carlo Passarotto

Novembre 26th, 2017
Il Consiglio del Milano, in base ai voti giunti da soci e amici del ...
0

Calendario Collecchio Baseball Softball 2018

Novembre 26th, 2017
La società Collecchio, in occasione della cena di fine stagione, ha ...

Il Gruppo Oltretorrente è lieto di comunicare l’ingaggio come manager della prima squadra di baseball seniores della società gialloblu, partecipante al campionato di serie B 2018, di Daniele Saccò che sostituirà Davide Negrini che il gruppo Oltretorrente intende ringraziare per il lavoro svolto.

Saccò, classe 1970, ha iniziato la propria carriera come atleta militando dal 1979 al 1982 nella Crocetta Baseball categoria Ragazzi con la quale conquista il tricolore nel 1981. Dopo la stagione 1983-1984 disputata con la Crocetta nella categoria Preallievi, nel 1985 sempre con la Crocetta partecipa al campionato Cadetti, nel 1986 milita in serie C2 nella Crocetta e vince lo scudetto nella categoria Cadetti, nel 1987 disputa il campionato di serie C1 e Juniores con la Crocetta, l’anno successivo Juniores e serie B baseball. Dal 1989 al 1992 partecipa con la Crocetta al campionato di serie A2, nel 1993 sempre con la Crocetta milita in serie A, nel 1994 in serie B. Nella stagione 1995-1996 con la Crocetta partecipa al campionato di serie A2, mentre nel 1997 con il Cus Parma conquista lo scudetto in serie A. La stagione successiva veste la casacca del San Marino sempre in serie A, mentre nel 1999-2000 quella del Modena sempre serie A. Nel 2001-2002 passa al Reggio Emilia in serie A2, nel 2003 sempre al Reggio Emilia in serie A. Dal 2004 al 2007 partecipa al campionato di serie A2 con la casacca dello Junior Parma, nel 2008-2009 veste la divisa del Collecchio in serie A2, nel 2010 quella della Crocetta serie B, dal 2011 al 2013 infine quella della Crocetta in serie A2. Nel 2013 intraprende la carriera di tecnico conquistando un terzo posto assoluto nel campionato italiano categoria Cadetti con la Crocetta baseball come coach. Sempre come coach nel 2014 allena gli Allievi della Crocetta baseball. Dal 2015 al 2017 Saccò è coach della Ciemme Oltretorrente serie A2 baseball.

Nel 2016 la prima esperienza come manager capo allenatore de “La Giovane” Oltretorrente campione d’Italia Under 21 baseball.

Per il secondo anno consecutivo i riccionesi all’assalto della promozione. Serie al meglio delle cinque partite, si parte sabato con il doppio incontro casalingo all’”Andrea Neri” (ore 15.30 e 20.30), poi l’impegnativa trasferta in terra sarda.

Immagini dai play off 2016 foto Gatti OldmanMentre la Rimini del “batti e corri” è travolta dall’entusiasmo per lo scudetto appena conquistato, la seconda squadra della provincia non vuole essere da meno e si appresta a vivere per la seconda stagione consecutiva l’avventura dei play-off promozione. L’anno scorso i romagnoli si sono arresi ai Grizzlies Torino dopo aver lottato fino all’ultima palla.

Quest’anno sarà invece il Cagliari a contendere la serie A alla truppa del manager Pasquini e del coach Ambrosani. Un confronto impegnativo, e non solo dal punto di vista sportivo, visto che la trasferta in Sardegna costerà quasi quanto il resto del campionato. Un “salasso” che ha messo a rischio la partecipazione ai play-off, ma i giocatori hanno scelto di autotassarsi per contribuire alla spesa, e lo sponsor Belvedere non si è tirato indietro offrendo un ulteriore contributo. E così, Riccione scenderà sabato prossimo sul diamante amico per le prime due gare della serie, al meglio delle cinque partite. Si comincia all’”Andrea Neri” con un doppio confronto (ore 15.30 e 20.30), poi i play-off si spostano sul diamante di Iglesias la settimana successiva, sabato 16 settembre, con “garatre”, l’eventuale “garaquattro” (ore 11 e 15.30) e l’eventuale bella domenica 17 alle 10.30.

Stando alle statistiche e al cammino della regular season, Cagliari e Riccione sono due squadre piuttosto diverse. Riccione si è qualificata alla post-season con un secondo posto nel proprio girone dietro il Pesaro, anche se il distacco dalla capolista è frutto di due sconfitte negli scontri diretti maturate solo nell’ultimo assalto. Dall’altra parte il Cagliari ha guidato la classifica del proprio girone praticamente per l’intero campionato, ma alla fine il bilancio delle due squadre è molto simile (22 vittorie e 6 sconfitte per Riccione, 18-5 per Cagliari). Riccione può contare su un monte di lancio piuttosto solido e relativamente lungo, con 5 diversi partenti schierati nell’arco della regular season, una media pgl di squadra di 3.28 e le “star” Lucena (2.05 di media pgl, 7 vittorie e 2 sconfitte) e Biondi (1.91 di media pgl, 5 vittorie, 2 sconfitte e 2 salvezze), oltre alle ottime cose fatte vedere dal giovane Tomassoni (9 vittorie e una sola sconfitta, 4.26 di media pgl). Il bull-pen può contare su Chiaruzzi, Paolo Gabrielli e all’occorrenza anche su diversi potenziali closer in Bertozzi, Canini, Forcellini e Albini. Riccione ha anche una delle migliori difese dell’intera serie B (una media difesa di 948) e in attacco ha chiuso con un ragguardevole 326 di media battuta di squadra, con Willy Lucena su tutti (media 426), ma spiccano anche il 354 di Luca Gabrielli e il 349 di Bernardi, leader di squadra nei punti battuti a casa con 29. C’è poi Matteo Pandolfi, che nella regular season ha dovuto saltare numerose partite per acciacchi vari, ma strepitoso slugger: in 48 turni alla battuta, 16 doppi e 4 fuoricampo, alcuni chilometrici…

Matteo Forcellini in azione nei play off 2016 foto Gatti OldmanDall’altra parte il Cagliari, nel 2016 in serie A e sceso in B per scelta e non per retrocessione, sembra meno attrezzato sul monte di lancio (media pgl di squadra 5.82), dove ha utilizzato 3 partenti. Buone le statistiche di Cristian Portas (8 W, 1 L, 4.06 di media pgl), il secondo partente in regular season è stato Nicola Zidda (5-3, 6.56 di media pgl), ma c’è anche Alessandro Tore che ha vestito con efficacia i panni del closer (3.46 di media pgl, 4 salvezze, 29 strikeout in altrettanti inning). La forza del Cagliari è certamente nel box, con una media di 337 che fa dei sardi il quarto attacco dell’intera serie B. Il fiore all’occhiello è il “baby” sedicenne Gabriele Angioi (524, 44 valide su 84 turni. 296 in serie A nella scorsa stagione), ma nelle partite di andata non ci sarà, in quanto impegnato in Canada con la Nazionale Under 18. Angioi è una colonna degli azzurri ed è addirittura sotto le lenti dei talent scout delle franchigie Major League: switch-hitter, nella prima fase dei Mondiali è stato uno dei migliori degli azzurri (333 di media battuta, 5 doppi giochi da interbase). Al Cagliari non mancano comunque le alternative, con ben quattro giocatori sopra i 400 di media battuta, in particolare Cristian Portas che al suo eccellente 403 aggiunge 6 doppi, 2 tripli e 3 fuoricampo, ma anche il velocissimo Domenico Cugia (416 di media, 14 basi rubate su 15 tentativi) e Mario Simone (mb 417). E come arma in più i cagliaritani hanno anche il cubano Kleyver Rodriguez Cueto (mb 318).

Insomma, ci sarà spettacolo a Riccione questo sabato, e il contorno non sarà da meno. L’ingresso sarà libero, ma gli appassionati potranno portare il loro mattoncino nella corsa play-off di Lucena e compagni con un contributo che verrà utilizzato per finanziare la trasferta cagliaritana, e in cambio riceveranno un omaggio della squadra.

Serie B 2017, i play-off per la serie A

Cali Roma XIII-Codogno

Junior Parma-Rangers Redipuglia

Bolzano-Poviglio

Vicenza-Pesaro

Belvedere Riccione-Cagliari

L'ultimo incontro della regular season vede i ragazzi della Valbruna Acciai Palladio Baseball Vicenza affrontare in trasferta i White Sox Buttrio nello scontro diretto che vale l'accesso ai playoff per la Serie A 2018.

30 07 2017 Squadra SerieB playoffGara 1 vede la formazione vicentina soccombere al lanciatore partente della squadra di casa che ha condotto una partita magistrale non concedendo nulla alle mazze beriche. Un sesto inning da dimenticare per i ragazzi del giocatore/manager Moccia permette alla formazione friulana di incamerare ben sette punti chiudendo, de facto, l'incontro. La reazione della Valbruna Acciai Palladio Baseball Vicenza c'è, ma non porta al recupero della partita che si chiude sul punteggio di otto a due in favore del White Sox Buttrio.

Gara 2 è l'ultima chance per la Valbruna Acciai Palladio Baseball Vicenza di raggiungere un traguardo importante come i playoff per la prossima Serie A. Il lanciatore Elia Girardi, come sempre, disputa un'ottima partita dimostrando qualità di un'altra categoria concedendo solo tre battute lunghe alle mazze friulane. Sostenuto anche dai compagni di squadra che in attacco mettono a referto ben diciassette battute valide, che valgono i tredici punti. Quanto basta per far terminare anticipatamente l'incontro al settimo inning per manifesta superiorità grazie ai dieci punti di differenza che dividono le due formazioni, nonostante un ritorno finale del White Sox Buttrio. Il punteggio finale, infatti, vede prevalere la Valbruna Acciai Palladio Baseball Vicenza per tredici a tre.

Con questo “pareggio” la Valbruna Acciai Palladio Baseball Vicenza mantiene il secondo posto in solitaria conquistato la settimana precedente ed accede ai playoff che si disputeranno ai primi di Settembre per determinare le cinque squadre promosse in Serie A per il 2018. Secondo gli accoppiamenti stabiliti ad inizio stagione la formazione vicentina dovrà affrontare, al meglio delle cinque partite, la prima classificata del girone D, il Papalini Pesaro Baseball.

Il giocatore/manager Moccia commenta così la giornata: “Sono davvero contento per il risultato della squadra e del baseball che hanno giocato. Ci siamo riusciti e saremo pronti ad affrontare i playoff di Settembre nel migliore dei modi. Ci tengo anche a ringraziare la società che mi ha dato fiducia affidandomi la guida della squadra. Fiducia che spero di aver ripagato. Sicuramente ci ho messo il massimo impegno”.
Il baseball, quindi, tornerà in Settembre tra le mura dello stadio “Ai Pomari” di Via Bellini visto che le prime due partite, della serie di cinque, si giocheranno proprio nella città berica Sabato 9 Settembre, rispettivamente alle ore 15:30 ed alle ore 20:30.

Bella e convincente doppia vittoria a Casteldebole con il Longbridge (11-2 e 8-4), con una splendida “complete game” di Tomassoni e il fondamentale rientro di Albini. Sabato arriva il Porto Sant’Elpidio, per i play-off mancano solo due successi.

Nessuno strascico psicologico dopo l’atroce finale del week-end di Pesaro, anzi il Belvedere si è mantenuto sugli ottimi livelli della settimana precedente e ha raccolto a Bologna due vittorie in trasferta che valgono oro. A quattro partite dalla fine della regular season bastano infatti due ulteriori successi ai riccionesi per staccare il pass per la post-season, anche nel caso non troppo probabile che gli Yankees di San Giovanni in Persiceto facciano un percorso netto battendo anche due volte il Pesaro nell’ultimo turno di campionato.

I calcoli sono comunque superflui, se si guarda a quanto i riccionesi hanno fatto vedere sul diamante di Casteldebole, con due vittorie di grande autorità contro il Longbridge una delle squadre di vertice del girone, una delle poche capace di sgambettare anche la capolista.

Stefano Rossi nel BoxLa vittoria in “garauno” è stata piuttosto agevole, con i romagnoli in vantaggio dal primo al nono inning e la sicurezza di Lucena in pedana (7 rl, 5 bvc, 0 bb, 4 so, 1 pgl) prima della chiusura altrettanto tranquilla di Chiaruzzi (2 rl, 3 bvc, 0 bb, 1 so, 0 pgl). Nel box spiccano i 4 punti battuti a casa di Bernardi (2/5, un doppio), il 4/6 di Willy Lucena (un doppio), i 4 punti segnati da Luca Gabrielli (1/4, un doppio) e le tre basi rubate di Rossi. Già al primo inning il Belvedere poteva scavare un solco decisivo, ma si è dovuto accontentare dell’1-0 chiudendo a basi piene, mentre al secondo è arrivato il raddoppio costruito da Rossi senza valide (in base su errore, ha rubato seconda, terza e segnato su palla mancata). Al quarto inning altri due punti, grazie al doppio di Bernardi che spingeva a casa Canini e Luca Gabrielli (4-0), ma il colpo di grazia è arrivato al quinto, con il 5-0 segnato da Paolo Gabrielli sul doppio di Rodriguez, il 6-0 “forzato” da basi per ball, il 7-0 sulla battuta in diamante di Bernardi, poi il doppio a basi piene di Lucena per il 9-0. Al settimo il Longbridge segnava due volte, approfittando del calo di Lucena (9-2), ma era una breve parentesi, perché al nono il singolo di Bertozzi, il doppio di Luca Gabrielli e la valida di Bernardi ristabilivano le distanze sull’11-2 finale.

In “garadue” il Belvedere schiera finalmente di nuovo dietro al piatto Stefano Albini, out a lungo per un infortunio, e il giovane ricevitore non delude: 2/4 nel box, ma soprattutto un’autorevole regia per l’impresa di Filippo Tomassoni, che ha firmato una spettacolare partita completa condita da nove strikeout (9 rl, 10 bvc, 9 so, 2 bb, 1 pgl). Eppure l’inizio non era stato “liscio”, con il Longbridge subito a segno due volte nel primo inning, grazie a due valide (tra cui il triplo di Cappiello), ma anche ad un errore della difesa riccionese. Sotto per 2-0, la risposta non si è fatta attendere. Nell’attacco successivo, dopo la base a Lucena, sono arrivate le valide di Albini, Bronzetti, Canini e dello stesso Lucena alla seconda apparizione nel box, combinate con quattro pesanti errori della difesa di casa di casa, per il punteggio drasticamente ribaltato sul 6-2 per Riccione. Al terzo un nuovo affondo, questa volta propiziato da un singolo di Rossi e da un doppio di Bertozzi, altri due punti per l’8-2. Da lì in poi il palcoscenico è per Tomassoni che veleggia verso il successo con un piccolo inciampo all’ottavo (due punti, con qualche responsabilità della difesa), ma la vittoria non entra mai in discussione, anche se alla fine le valide saranno 10 per entrambe le squadre.

Preziosa la prova di Bronzetti (2/5, un pbc), bene anche Rossi e Bertozzi (entrambi 2/5), mentre Lucena dopo la performance del mattino ha visto pochi strike (1/2 e 3 basi ball).

Sabato (ore 15.30 e 20.30) arriva il Porto Sant’Elpidio, reduce da due sconfitte interne con Pesaro. Per il Belvedere l’obiettivo è inevitabilmente quello di portare a casa entrambe le gare e chiudere il discorso play-off davanti al proprio pubblico.

Risultati quinta giornata di ritorno:

Yankees SGP-Cupramontana 6-0 e 11-1 (8°)

Porto Sant’Elpidio-Papalini Pesaro 1-11 (8°) e 4-7

Longbridge-Belvedere Riccione 2-11 e 4-8

Fano-Teramo 9-5 e 3-2

Classifica: Pesaro (19-3) 864, Riccione (18-6) 750, Yankees SGP (16-8) 667, Fano (14-10) 583, Longbridge (10-12) 455, Cupramontana (10-14) 417, Porto Sant’Elpidio (5-19) 208, Teramo (2-22) 83.

Prossimo turno:

Sabato, 15.30 e 20.30

Pesaro-Fano

Riccione-Porto Sant’Elpidio

Domenica, 11 e 15.30

Teramo-Yankees

Longbridge-Cupra

I riccionesi tornano da Porto Sant’Elpidio con due preziose e nette vittorie prima del limite (13-3 e 15-5) e tornano in zona play-off. Sabato (ore 15.30 e 20.30) arriva il Fano per uno scontro diretto che può essere fondamentale.

Il doppio successo (13-3 e 15-5) a Porto Sant’Elpidio contro la squadra del manager Pezzullo (squalificato) riporta il Belvedere in zona play-off, dietro al Pesaro e davanti al Fano, che salirà a Riccione proprio sabato prossimo per un confronto diretto che potrebbe pesare tantissimo nella corsa alla post-season.

Paolo Gabrielli 5 su 9 nel box e chiusura sul monte di garaunoNella trasferta marchigiana tutto è andato secondo i piani, con il manager Pasquini che ha colto l’occasione per risparmiare il braccio di Lucena (sceso in campo solo come designato) e ruotare tutti i lanciatori. Dalla pedana sono arrivate in “garauno” ottime conferme sul monte dal giovane Tomassoni (5 rl, 1 bvc, 6 bb, 8 so, 2 pgl), che ha portato una no-hit fino al quinto inning, per poi accusare qualche problema di controllo (3 basi ball consecutive), concedere la prima valida e i primi due punti, e riprendersi alla grande chiudendo l’inning con tre strikeout consecutivi alla parte alta del line-up avversario. Intanto il risultato era comunque già al sicuro, perché il Belvedere era andato a segno otto volte nelle prime quattro riprese, sfruttando un line-up particolarmente ispirato, 9 valide nelle prime quattro riprese, tra cui due tripli del ricevitore Albini. Sull’8-2 è poi salito in pedana Paolo Gabrielli, che ha tranquillamente traghettato la squadra al successo in sette riprese (13-3), perché tra il sesto e il settimo arrivavano altri cinque punti. Oltre ad Albini (2/4), scatenati nel box anche lo stesso Paolo Gabrielli (3/5 con un doppio) e Ronny Rodriguez (3/5).

Ben più sofferta la seconda partita, anche se l’esito è stato analogo, con un successo prima del limite (15-5 all’ottavo) maturato però tutto nell’ultima parte di gara. Il Belvedere è partito bene (2-0 al secondo, con 4 valide tra cui il terzo triplo della giornata di Albini), mentre Chiaruzzi teneva a secco gli avversari fino al quarto, inning in cui gli elpidiensi mettevano la freccia, ma solo grazie ad una difesa troppo allegra dei romagnoli (3-2). Mentre Biondi raccoglieva il testimone da Chiaruzzi e frenava le mazze avversarie, il pareggio arrivava al sesto sulla valida di Signorotti che spingeva a punto Lucena, autore di un doppio (3-3), ma era solo momentaneo perché nella stessa ripresa i padroni di casa rimettevano il naso avanti, ancora grazie a due errori (4-3). I lanciatori marchigiani avevano però ormai esaurito le riserve e tra il settimo e l’ottavo scendeva la pioggia di punti del Belvedere, grazie ad una sequenza di basi ball intervallate dalle valide di Signorotti e da un triplo di Bertozzi. Alla fine saranno 15 i punti sul tabellone (contro i 5 avversari), frutto di “sole” 10 valide: 2/4 di un ispirato Paolo Gabrielli (alla fine della giornata per lui 5/9), 2/4 per Lucena, 2/5 per Bertozzi, con quest’ultimo che si è preso anche la responsabilità di lanciare l’ultimo inning della lunga ma vittoriosa trasferta riccionese.

Ora occhi puntati sull’Andrea Neri di Riccione, dove sabato (ore 15.30 e 20.30) andrà in scena il derby con il Fano, reduce da un pesante doppio ko casalingo con l’ormai lanciatissima capolista Pesaro. In gioco c’è il secondo posto (che a fine stagione può dare il pass per i play-off destinati alle tre migliori seconde dei cinque gironi della serie B), la speranza di mantenersi in scia al Pesaro e di tenere a distanza le due compagini bolognesi, Yankees e Longbridge, che sembrano aver ritrovato il passo del gruppo di testa.

Riccione paga a caro prezzo la lunga serie di infortuni e lascia due partite a Pesaro. Nella prima partita fatale il tie-break (2-5), senza storia la seconda partita (3-14). Domenica arriva il Longbridge, romagnoli ancora in emergenza.

Si interrompe bruscamente la marcia del Belvedere nel torneo cadetto, con una doppia sconfitta casalinga contro il Pesaro, che a questo punto si candida autorevolmente come l’anti-Fano per la vetta del girone. Il campionato è ancora lungo e appare molto equilibrato, i riccionesi che avranno sicuramente occasione di recuperare, magari già a partire dalla delicata sfida di domenica contro il Longbridge Bologna sul diamante amico. Il vero problema del manager Pasquini è, però, quello degli infortuni. Domenica scorsa sono costate care le assenze di Pandolfi (ancora out), Canini (apparso solo come pinch hitter) e Muccioli (domenica ha provato a giocare, ma in entrambe le gare è uscito nelle prime riprese). Lucena, pur a mezzo servizio, ha lanciato alla grande come di consueto, ma anche domenica non sarà al 100%, per poi aggiungere la pesante assenza di Forcellini per motivi di lavoro. In ogni caso, le attenuanti passate e future non fanno classifica, e il Belvedere dovrà fare ricorso alla propria esperienza e ai giovani che hanno rinforzato il roster in questa stagione per cercare di uscire dal prossimo turno con un risultato positivo, rimanendo in corsa per i play-off. Nonostante tutto, domenica è mancato pochissimo per portare a casa almeno un successo.

A dispetto dell’infortunio, Lucena è stato immenso, lanciando addirittura 9.2 riprese, in cui ha affrontato 39 uomini raccogliendo 29 eliminazioni (13 al piatto!), subendo 7 valide di cui 3 tra l’ottavo e il decimo inning, quando il conto lanci ha cominciato a farsi sentire. Dall’altra parte Iacomucci non è stato da meno, 9 inning, 7 valide, 2 basi ball, 4 strikeout e 2 pgl. Ne è scaturita così una partita estremamente equilibrata, e per due terzi di gara sembrava essere il Belvedere a controllare l’inerzia della partita. Al quinto era stato infatti lo stesso Lucena a portare in vantaggio i suoi con una valida, che era seguita a quella di Bernardi e alla base ball di Muccioli. Riccione non riusciva a capitalizzare, con basi piene e uno fuori il bottino si limitava all’1-0. Il raddoppio arrivava invece al sesto, pregevolmente confezionato da Ottima prestazione di WIlly Lucena nonostante l'infortunio, che batteva valido, rubava la seconda, arrivava in terza su lancio pazzo e segnava sulla volata di sacrificio di Gabrielli (2-0). Nell’attacco successivo arrivava il primo punto pesarese, ottenuto con ancor più efficienza in una ripresa in cui Lucena raccoglieva tre strikeout, ma concedeva una base ball a Lani, che rubava seconda e terza e segnava su palla mancata (2-1). Era ancora una base ball a costare il pareggio nell’ottavo attacco pesarese, combinata con un bunt di sacrificio e la valida di Coelo. Nello stesso inning Riccione apriva con la valida dell’ottimo Gabrielli (2/4), andava in seconda su lancio pazzo, ma con zero eliminati e il turno alto non arrivava il punto del vantaggio. Era quindi la penosa lotteria del tie-break (regola che piace davvero a pochi) a risolvere la gara nel decimo inning. Con due uomini in base per regola, Lucena apriva con uno strikeout, ma era lo stesso Iacomucci a “vincersi” la partita con una valida puntuale per il 3-2. Con due out, era poi un errore difensivo a costare altri 2 punti al Belvedere, con Biondi chiamato a realizzare l’ultimo out della ripresa al posto dello stratosferico Lucena.

Niente da fare, invece, nell’ultimo tentativo dei padroni di casa, Bartoli se la cavava velocemente affrontando due soli uomini (doppio gioco e eliminazione in diamante) per la salvezza personale e la meritata vittoria per Iacomucci. Oltre a Lucena, da segnalare nel box la grande prova del lead-off Bertozzi, 3/4 un doppio e una base rubata. Come spesso succede in questi casi, sfumata la vittoria in “garauno” e rinfoltita l’infermeria, “garadue” è iniziata subito in salita, al terzo il punteggio era già 3-0 per Pesaro, prima che le valide di Rodriguez, Bertozzi e Gabrielli valessero il 3-1, ma erano addirittura due colti fuori base a difendere il vantaggio degli ospiti, che al quarto dilagavano con 6 punti nati da 5 valide tra cui un doppio e un triplo (9-1). Troppo per pretendere una reazione dai padroni di casa e la partita scivolava via fino alla inevitabile sospensione del settimo inning, sul 14-3 per un Pesaro che esce dal Neri con grandi ambizioni. Nel Belvedere ancora una bella prova offensiva di Bertozzi (2/3, 5/7 nell’arco della giornata, un’altra base rubata), ma con 5 errori e 20 valide concesse agli avversari non ci poteva davvero essere storia. La stagione riccionese sta sicuramente vivendo il momento più delicato e l’obiettivo è quello di superarlo con i minori danni possibili, anche perché dopo la sfida casalinga con il Longbridge ci saranno l’ostica trasferta di Porto Sant’Elpidio e le partitissime contro il Fano che chiuderanno il girone d’andata.

Pagina 1 di 2

FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball

A Bologna la FIBS incontra i rappresentati degli atleti delle società

Continua il dicembre di lavoro della Federazione che sabato 16 presso la consueta sede del CR FIBS Emilia Romagna si confronterà su vari temi con...

La Fortitudo Bologna annuncia l'acquisto di Giuseppe Mazzanti

Nel tradizionale pranzo degli auguri di Natale, la Fortitudo Bologna festeggia un regalo non da poco, assicurandosi le prestazioni di Giuseppe Mazzanti per la stagione...

Gli appuntamenti dei tryout per la Nazionale U12 baseball

Con lo sguardo all'Europeo di Budapest in programma dal 2 all'8 luglio 2018, lo staff del Team Italia ha comunicato gli appuntamenti dei tryout 2018...

Dai Winter Meetings una collaborazione sempre più stretta fra FIBS e MLB, anche in chiave...

È stata una missione intensa e faticosa, ma molto efficace quella che ha vissuto la delegazione FIBS, guidata dal Presidente Andrea Marcon, negli Stati Uniti,...

Il Baseball Softball Marche LAB organizza uno stage ad Ancona per la categoria U12

Domenica 17 Dicembre presso il PalaVeneto di Ancona dalle 9.30 alle 18.00 si terrà uno stage organizzato dal Baseball Softball Marche LAB riservato agli atleti...

News dal baseball internazionale

Squadre scatenate per l’acquisto dei rilievi

Published in: 2017Qualche anno fa si spendevano fiumi di parole sui soldi spesi per acquistare un partente. La situazione di Zack Greinke, firmato per 32...

Put a halo on Ian Kinsler

Published in: 2017Era dall’inizio del mercato invernale che i Los Angeles Angels erano in cerca di un seconda base. Dopo varie indiscrezioni e ricerche, la...

Marcell Ozuna è il nuovo slugger dei Cardinals

Published in: 2017Pochi minuti dopo la "denuncia" dell'agente Scott Boras per la svendita affrettata dei Miami Marlins, la franchigia della Florida piazza un'altra mossa che...

Il gomito di Shohei Ohtani è danneggiato

Published in: 2017Sembrava troppo idilliaco il sodalizio Angels - Shohei Ohtani, ma qualche retroscena emerso martedì ha gettato qualche ombra sulla salute dell'ex Nippon Ham Fighter. La...

La Gara 7 di Jack Morris: Il neo Hall-of-Famer la ricorda, con Smoltz

Published in: VideosIl miglior pitching duel in una Gara 7: era il 1991, erano gli Atlanta Braves e i Minnesota Twins. Con l'elezione a Cooperstown...

Le ultime gallerie fotografiche

Podcast

botr banner

Video Gallery

Quest’opera è rilasciata nei termini della licenza Creative Commons Attribuzione Non Commerciale – Condividi Allo Stesso Modo 4.0 (CC BY-NC-SA) il cui testo è disponibile alla pagina Internet http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Disclaimer

Baseball & Softball news è un progetto realizzato in collaborazione con FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball. Un contenitore di notizie, video, fotografie dedicate al baseball italiano ed internazionale.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree