0

Nuovo tunnel di battuta per il Baseball Club Fossano

Dicembre 15th, 2017
E' stato inaugurato domenica 10 dicembre il nuovo tunnel di battuta ...
0

Seconda giornata della Winter Ball Cup 2017

Dicembre 15th, 2017
Domenica 17 dicembre  è in programma la seconda giornata di gare ...
0

La cronaca della quinta giornata della Western League

Dicembre 15th, 2017
Quinta giornata di Western League disputata nel palazzetto dello ...
0

Crocetta, una automedica per Gianni

Dicembre 14th, 2017
In occasione della cena sociale del 16 dicembre che si terrà presso ...
0

Oltretorrente, il 2017 si è concluso con la classica cena

Dicembre 14th, 2017
Nella splendida cornice del teatro “Al Parco” si è svolta nei giorni ...
0

Giuseppe Mazzanti alla Fortitudo Bologna per la stagione 2018

Dicembre 14th, 2017
Grande colpo per la società biancoblu che si assicura le prestazioni ...
0

Secondo arrivo dalla Bundesliga per il San Marino

Dicembre 08th, 2017
Il secondo arrivo di dicembre in casa T&A è Thomas De Wolf, che ...
0

Robin Penoyer head coach delle Thunders

Dicembre 08th, 2017
La società Castellana dopo un ottimo campionato in massima serie, con ...
0

Skatch Boves, Camilla Pellegrino vince il premio 'Studio e Sport 2017'

Dicembre 08th, 2017
Giovedì 7 dicembre Camilla Pellegrino è stata premiata dal Presidente ...
0

San Marino ufficializza l'arrivo di Juan Martin per la stagione 2018

Dicembre 04th, 2017
A dicembre, con la stagione ancora lontana, il San Marino Baseball ...
0

Rovigo, grande affluenza alla Serata delle Medaglie

Dicembre 03rd, 2017
Il mondo del batti e corri rodigino non smette mai di stupire. Nella ...
0

L'Euroacque Piacenza conclude la stagione 2017

Dicembre 03rd, 2017
Nella splendida cornice dell'Auditorium S.Ilario, l'Eurocque Baseball ...
0

23° Memorial Luca Vitali - Trofeo Giovani Marmotte

Dicembre 03rd, 2017
Torna puntuale la tradizionale kermesse invernale di ...
0

Andrea Mazzoni è il nuovo tecnico del Crocetta

Novembre 30th, 2017
Andrea Mazzoni torna a guidare la Farma. L’ultima stagione da manager ...
0

Oltretorrente, Daniele Saccò è il nuovo manager della squadra di serie B

Novembre 30th, 2017
Il Gruppo Oltretorrente è lieto di comunicare l’ingaggio come manager ...
0

Dopo Ambrosino, anche Federico Giordani approda a Nettuno sponda Academy

Novembre 29th, 2017
Ancora un importante movimento di mercato per il Città di Nettuno ...
0

Paolino Ambrosino ritorna a Nettuno

Novembre 29th, 2017
Ambrosino ritorna nella sua città dopo quattro bellissime stagioni ...
0

Gruppo Oltretorrente, 28o Torneo Unicef

Novembre 29th, 2017
L’associazione polisportiva giovanile dilettantistica Parma 2001, ...
0

Il VI premio Doriano Donnabella va a Carlo Passarotto

Novembre 26th, 2017
Il Consiglio del Milano, in base ai voti giunti da soci e amici del ...
0

Calendario Collecchio Baseball Softball 2018

Novembre 26th, 2017
La società Collecchio, in occasione della cena di fine stagione, ha ...

Straordinaria impresa del Baseball Novara che si qualifica per la final four di Coppa Italia eliminando per 3 partite a 1 l’Angel Service Nettuno, netta favorita dai pronostici della vigilia per il passaggio del turno. E lo fa con due prestazioni maiuscole proprio in casa dei laziali, vincendo dopo un’altalena di emozioni incredibili l’incontro del lanciatore straniero per 9 a 6 e ripetendosi in quello dell’italiano con uno schiacciante 10 a 2. La netta superiorità dei novaresi è ampiamente riconosciuta dal numero di battute valide messe a segno, 27 a 9, eppure entrambi i match sono stati tiratissimi. Ogni elemento della squadra piemontese va elogiato per il contributo apportato, ma indubbiamente Alex Bassani ne è stato l’assoluto trascinatore: man of the match del primo incontro con un fuoricampo decisivo all’ultima ripresa, nel secondo ha lanciato in maniera impeccabile per 8 riprese concedendo solo le briciole a un attacco potente come quello laziale. La qualificazione ha indubbiamente il suo marchio distintivo.

Venendo alla cronaca degli incontri, Ruiz e Jimenez si sfidano esattamente come nel match del Provini e ancora una volta il venezuelano del Novara contiene molto bene le velleità offensive del Nettuno. Dal proprio canto gli uomini di Duarte scappano via al 3° inning: tre valide di Di Battista, Dobboletta e Loardi riempiono le basi, poi due doppi consecutivi di Angulo e Alvarez le puliscono per il 4 a 0 parziale. Nettuno reagisce al 4° attacco e dimezza lo svantaggio: Bermudez in base su ball e Mercuri per un errore difensivo vanno entrambi a casa base grazie a un doppio di Fontana e a una grounded di Sparagna. Al 7° inning, poi, la prima svolta del match: due basi per ball consecutive concesse a Sparagna e Trinci mettono fine al match di Ruiz che viene sostituito da Buffa. L’italo-americano riempie le basi con un’altra base per ball a Sellaroli e poi, dopo una volata di sacrificio di Giannetti che accorcia sul 3 a 4, viene incontrato da un fuoricampo di Bermudez che consente al Nettuno di issarsi sul 6 a 4. Sembra finita, ma l’orgoglio dei novaresi è infinito: all’8° un solo homer di Alvarez accorcia le distanze e poi al 9° accade l’impensabile. Su un Uviedo non particolarmente efficace, Dobboletta batte valido e, spinto in seconda da un sacrificio di Loardi, va a punto su singolo di Batista per il pareggio. Un’altra valida di Alvarez pone fine alla partita del primo rilievo e sul conto di due out e corridori agli angoli entra Morellini sul monte con Bassani nel box: il giocatore imolese esplode un fuoricampo da 3 punti per il 9 a 6 che sarà poi il punteggio finale in quanto i padroni di casa nell’ultimo attacco non saranno infatti più in grado di replicare.

Con Novara in vantaggio per 2 a 1 il match serale ha il sapore dell’ultima spiaggia per Nettuno che schiera Andreozzi contro il caldissimo Bassani. Il pitcher novarese, salvo il fuoricampo concesso a Sellaroli al 3° inning, a dispetto di condizioni fisiche non ottimali, è impeccabile: dieci strike out messi a segno con solo 4 valide subite sono il suo sensazionale score. L’attacco novarese si scatena al 3° inning: dopo le basi per ball concesse a Caglieris e Batista sono ancora due doppi in sequenza di Angulo e Alvarez come nel primo incontro ad aprire le danze. Sul 3 a 0, detto del fuoricampo di Sellaroli che accorcia sull’1 a 3, succede poco o nulla sino all’ultima ripresa. Il secondo rilievo Taschini, subentrato a un buon Simone, subisce la veemenza dell’attacco ospite che lo colpisce con ben 7 valide: Dobboletta (2 volte: singolo e doppio), Loardi, Batista, Angulo, Buffa e Di Battista infieriscono sul neo-entrato pitcher locale che dalla sua mette anche una base per ball da walk off a Monello e un lancio pazzo sanguinoso per il 10 a 1 parziale. Il solo homer siglato da Mercuri all’ultimo respiro sul rilievo Cadoni non rovina la festa ai novaresi che ora, nella semifinale della final four in programma la prossima settimana, affronteranno i neo-campioni d’Italia del Rimini, mentre l’altro confronto sarà tra San Marino e Bologna.

Dopo il bello e sfortunato pareggio di sabato scorso, il Baseball Novara cercherà dopodomani, allo Steno Borghese di Nettuno, di conquistare la qualificazione alla final four di Coppa Italia IBL. Se prima della sfida del Provini i pronostici volgevano nettamente a favore dei laziali, i due incontri casalinghi hanno dato al Novara la convinzione di potersela giocare fino in fondo. Senza l’ultimo inning del primo match, i piemontesi avrebbero potuto infatti ottenere un insperato doppio successo ma non è il momento dei rimpianti. Tanto più che manager Duarte potrà avere a sua disposizione un rinforzo inaspettato, ovvero il lanciatore dominicano Jonnathan Aristil: infortunatosi durante il match contro Parma, il pitcher caraibico sembrava aver concluso anzitempo la stagione ma, dopo un ciclo di cure, la sua condizione fisica è migliorata tanto da meritarsi la convocazione per questo importante match. Novara ha creduto nelle possibilità di recupero del suo giocatore e non l’ha tagliato quando, nel momento topico della stagione, i piemontesi avevano visto il proprio bullpen straniero ridursi a due sole unità. Ruiz si è sobbarcato un lavoro enorme, lanciando 25,2 inning in tre match di Coppa Italia con una media di 0,72 di PGL (nessun punto subito contro Padova e contro Nettuno… sino alla fatidica nona ripresa) e Buffa si è dimostrato affidabile quando chiamato in causa, ma ora, con Aristil a disposizione seppur non ancora prontissimo per affrontare al meglio una partita, la squadra di sicuro avrà una carta in più da potersi giocare, soprattutto nell’eventualità di una bella da giocarsi in terra nettunese. Nella partita dell’italiano uno stoico Bassani spera di poter rivedere D’Amico al suo fianco: insomma, lo spettacolo allo Steno Borghese sabato è assicurato, con un Novara assolutamente non disposto a recitare il ruolo dell’agnello sacrificale.

Da domani si parte, l’avventura in questi playoff 2017 comincia per la T&A dall’affascinante sfida all’Angel Service Nettuno. Una semifinale al meglio delle 5 partite che vedrà i Titani partire in casa e avere il vantaggio del fattore campo in virtù del secondo posto in regular season, con i laziali finiti terzi.

©PhotobassSono playoff e l’aria, inevitabilmente, è un po’ diversa. Vero Marco Nanni?

“È così, l’aria è frizzante e non porrebbe essere altrimenti. Aggiungo di più: è importante sentire quel qualcosa di diverso sulla bocca dello stomaco, solo così si può avvertire l’importanza del momento e dell’evento”.

Nella T&A rientra l’acciaccato Epifano e sarà a disposizione anche il nuovo pitcher venezuelano, Fernando Nieve…

“Sono contento che un personaggio di questo spessore possa essere con noi a darci una mano, non vediamo l’ora di cominciare”.

Dall’altra parte c’è l’Angel Service Nettuno, squadra ormai nota e con punti di forza precisi…

“Credo che il loro miglior pregio sia l’unione – prosegue Nanni -. Il gruppo è composto da tantissimi italiani, nello specifico anche tanti nettunesi, e rappresenta un bel mix tra esperienza e spregiudicatezza giovanile. Rispettiamo le doti tecniche di Jimenez, Mazzanti, Colagrossi, Giordani e tutti gli altri, ma nessuna paura. Vogliamo giocarcela al massimo”.

Qual è la caratteristica più importante che deve avere una squadra nei playoff?

“Per noi l’importante sarà mantenere l’attitudine e l’atteggiamento che abbiamo avuto negli ultimi due mesi. Le chiavi saranno serenità e consapevolezza nei propri mezzi. Intelligenza e determinazione sono stati fondamentali nelle vittorie e nella striscia positiva, bisogna continuare su quel trend. In generale, mantenere positività”.

Come sarà la rotazione dei partenti?

“Non cambierà nulla: in gara1 lancerà Quevedo e in gara2 Florian, poi naturalmente le valutazioni della prossima settimana verranno fatte dopo gara2”.

La semifinale tra T&A ed Angel Service Nettuno, al meglio delle cinque partite, procederà secondo il seguente calendario

GARA1 (Serravalle): T&A San Marino – Angel Service Nettuno VENERDÍ 18 AGOSTO ORE 20.30

GARA2 (Serravalle): T&A San Marino – Angel Service Nettuno SABATO 19 AGOSTO ORE 20.30

GARA3 (Nettuno): Angel Service Nettuno – T&A San Marino MARTEDÍ 22 AGOSTO ORE 21

GARA4 (Nettuno): Angel Service Nettuno – T&A San Marino MERCOLEDÍ 23 AGOSTO ORE 21

GARA5 (Serravalle): T&A San Marino – Angel Service Nettuno SABATO 26 AGOSTO ORE 20.30

Prosegue il dominio offensivo dei biancoblu (14 valide contro 7) bissando il successo per manifesta superiorità allo Steno Borghese. Il fuoricampo di Russo, i doppi di Agretti e Grimaudo, i 4 RBI di Sabbatani, la sesta vittoria di Pizziconi. La Fortitudo qualificata ai playoff, con il secondo posto in cassaforte e un occhio ancora per il primo.

Ancora un successo prima del termine per la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna che ha messo knockout la Angel Service Nettuno Baseball City anche ieri sera, gara2 del terzultimo turno di regular season IBL 2017, all’ottavo inning con il risultato di 13 a 2. Quella che si presentava per i biancoblu come la trasferta più difficile, più insidiosa, si è trasformata in una marcia trionfale per gli uomini allenati da Daniele Frignani, che con 14 valide in gara1 e altrettante in gara2 hanno conquistato con autorevolezza lo Steno Borghese, qualificandosi dunque con l’assoluta certezza aritmetica ai playoff con due weekend d’anticipo, ed è la diciassettesima post season consecutiva per la società petroniana, mettendo in cassaforte il secondo posto in classifica (ora le lunghezze di vantaggio sui tirrenici sono due, oltre agli scontri diretti a favore) e mantenendosi in corsa per il primo posto in classifica, che può essere deciso fra due settimane nello scontro al vertice fra Bologna e San Marino.

Agretti (foto di repertorio, Renato Ferrini)I titani, infatti, hanno ottenuto un doppio successo contro il Parma, decretando con ogni probabilità la fine dei sogni playoff per i ducali, e continuano a guidare la classifica in solitario con 23  vittorie e 7 sconfitte, ma la Fortitudo (21-9) è a sole due lunghezze, seguita dal Nettuno (19-11), dal Rimini (18-12), che ha vinto due volte sul campo di Padova, mentre il Parma (15-15) insegue a tre lunghezze dal quarto posto.

Copione parzialmente replicato dai bolognesi ieri sera allo Steno Borghese, con una gara che ha avuto poca storia e i biancoblu a segnare punti sin dal primo attacco, per trovarsi al termine del quarto inning a condurre con un comodo 8 a 0. Nel finale, Alex Russo (fuoricampo da un punto a sinistra) e Filippo Agretti(doppio da due punti), subentrati nel corso della partita, hanno siglato la manifesta superiorità, dopo che i padroni di casa avevano a segnato per la prima volta al quinto inning con il singolo di Mercuri, seguito da altre due segnature bolognesi su Morellini, una su palla mancata, l’altra sul singolo di Marco Sabbatani (2 su 4) per il quarto RBI personale del match. Al settimo inning l’acuto di Federico Giordani (2 su 3, il migliore dei suoi) con un “solo homer” su Crepaldi, prima del crollo finale con Modica a lanciare per i laziali.

Al primo inning erano stati Flores (groundout) e Marval (valida) a schiodare il punteggio, poi al secondo un’altra segnatura sulla volata di sacrificio di Sabbatani. Al terzo il doppio di Grimaudo valeva il primo dei quattro punti segnati nell’inning, due dei quali propiziati da una valida dello stesso Sabbatani, che a sua volta segnava su errore della difesa. Infine al quarto inning la volata di sacrificio di Garcia a sporcare anche il PGL di Simone, subentrato al partente Taschini nel corso del terzo attacco bolognese.

Andrea Pizziconi ha ottenuto il sesto successo stagionale lanciando cinque riprese (4 valide, 2 basi ball, 3 strikeout, 1 PGL), rilevato da Crepaldi (due riprese) e Panerati (una ripresa). In attacco, due valide per Sabbatani, Nick Nosti (2 su 4), Alessandro Vaglio (2 su 5) e Osman Marval (2 su 4).

IL TABELLINO

Ancora l’attacco protagonista (14 valide contro 8) per la manifesta superiorità all’ottavo inning come a Rimini. Tre valide per Nosti, due a testa per Flores, Marval, Sambucci e Ambrosino. Tripli per Grimaudo e Nosti, doppio per Flores. Un’altra prova positiva per Owens, rilevato da Rivero (2 riprese). Biancoblu ormai certi dei playoff.

Al termine di una prova di forza e maturità, la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna si è affermata nettamente sul campo del Angel Service Nettuno Baseball City, battuto con il risultato di 12 a 2 (partita sospesa per manifesta superiorità all’ottavo inning). I biancoblu dunque, oltre a staccare al momento i tirrenici di una lunghezza, ipotecano la qualificazione ai playoff per il diciassettesimo anno di fila. Il Parma infatti, quinto in classifica, perdendo a San Marino torna a cinque lunghezze con altrettante gare che al termine della regular season, ma anche in caso di arrivo pari merito i felsinei si gioverebbero del vantaggio negli scontri diretti, che si perpetuerebbe con alta probabilità anche in caso di possibili arrivi a più squadre.

Una partita, gara1 del terzultimo weekend di regular season IBL 2017, per certi versi similare a quella disputata sette giorni fa a Rimini, che ha visto anche ieri sera i battitori biancoblu in grande evidenza (14 le valide contro le 8 degli avversari), aggressivi sin dai primi lanci sui forti lanciatori stranieri del Nettuno e il cardine di questa vittoria è stato proprio l’aver “smontato” dopo meno di tre riprese un pitcher di grande valore come Uviedo. La Fortitudo poi non si è accontentata, colpendo anche il rilievo Jimenez, fino alla vigilia ancora “intoccato” come PGL. A parte un improvviso calo al terzo inning, che ha riaperto momentaneamente i giochi, Rudy Owens (6 riprese, 7 valide, 9 strikeout, 2 PGL in oltre 100 lanci) ha bissato con autorevolezza il successo dello scorso weekend, lasciando al collega Raul Rivero solo il compito di una agevole chiusura di 2 riprese. Nick Nosti (3 su 4, un doppio) è stato il battitore più prolifico, seguito da Josè FloresOsman MarvalAlex Sambucci e Paolino Ambrosino (al rientro dopo 2 weekend di stop per infortunio), che hanno battuto due valide a testa.

Dopo un primo inning di studio (singolo di Nosti e doppio di Bermudez), Bologna mette la freccia al secondo attacco, colpendo duro con i tripli di Grimaudo e Nosti. Il primo produce due segnature (Vaglio e Ambrosino, in base per ball), il secondo sigla il provvisorio 3 a 0 per i biancoblu. Al terzo inning il colpo di grazia per il partente tirrenico, che subisce le valide in apertura di Flores e Marval, poi colpisce Sambucci (alle prese con un bunt) riempiendo i cuscini. La volata di sacrificio di Vaglio e la valida di Ambrosino portano il parziale sul 5 a 0, prima del cambio del pitcher, che frena l’emorragia con due strikeout. Al cambio di campo la reazione dei padroni di casa, che con due out colpiscono con la valida di Sellaroli e il doppio di Retrosi, entrambi mandati a casa per il provvisorio 5 a 2 dalla valida dell’ottimo Ronald Bermudez (4 su 4, un doppio e 2 RBI), il migliore dei suoi. Al quarto inning la UnipolSai ristabilisce le distanze colpendo duro anche Jimenez. Con due eliminati, il doppio di Flores e le successive valide di Marval e Sambucci entrambe buone per fare entrare una segnatura, con la ripresa che si chiude sul 7 a 2. Owens si riprende e arriva al sesto inning completo senza troppi patemi (una valida per ripresa), mentre la Fortitudo segna ancora al sesto inning su una volata di sacrificio del solito Marval, che manda a punto Nosti (singolo più avanzamenti su lancio pazzo e palla mancata). All’ottavo inning, sul neo entrato Dini, Bologna chiude anzitempo il match segnando i quattro punti della manifesta superiorità, sfruttando i problemi di controllo del rilievo (2 basi ball e un colpito), oltre ai singoli di Russo (subentrato a Nosti), Agretti e Sambucci.

IL TABELLINO

Nettuno si impone due volte a Novara

Nulla da fare per il Baseball Novara contro un Angel Service Nettuno più forte e motivata nel duplice confronto valido per la quarta giornata di ritorno dell’IBL svoltosi tra venerdì e sabato scorsi al Provini di Novara. I laziali, in lotta per guadagnarsi la prima posizione nella stagione regolare, non potevano concedersi distrazioni in casa di una delle sorprese positive del campionato, seppur tagliata fuori dal discorso playoff. I novaresi hanno venduto cara la pelle restando sempre incollati agli avversari sino quasi alle ultime battute, ma poi la profondità della panchina dei nettunesi ha fatto la differenza, specialmente nel secondo incontro.

Venendo alla cronaca dei match, nella serata di venerdì, per inciso, dedicata all’AISLA, e in cui si sono tenute diverse iniziative legate alla sensibilizzazione sul tema di questa grave malattia invalidante, si sono sfidati i lanciatori stranieri, Uviedo per gli ospiti e Ruiz per i padroni di casa: dopo un inizio equilibrato, sblocca il risultato al 3° attacco Nettuno con un solo homer di Bermudez. Mentre Novara non riesce a trovare le contromisure a Uviedo, al 5° Nettuno allunga nuovamente: Sellaroli batte un singolo , avanza in seconda su sacrificio di Sparagna, e in terza a seguito di due basi ball concesse a Bermudez (intenzionale) e Mazzanti. Una lunga volata di Colagrossi spedisce a casa base l’interno ospite per il 2 a 0 parziale. Novara ritorna in partita al 6°: doppio di Dobboletta e singolo di Alvarez per il primo punto, ma Batista non riesce a concretizzare dopo che un’altra valida di Angulo aveva spinto il catcher di casa in terza. I rilievi di Aristil (perfetto) e Jimenez cristallizzano il risultato sino al 9° inning, quando Buffa sul monte di lancio per i novaresi, innervosito da qualche chiamata dubbia da parte dell’arbitro di casa, concede due basi per ball consecutive a Sellaroli e Sparagna: i tre bombardieri nettunesi Bermudez, Mazzanti e Colagrossi non perdono l’occasione per punire l’italo-americano con tre singoli che valgono altrettanti punti per il 5 a 1 che sarà poi il risultato definitivo.

Il secondo match vede invece sfidarsi Bassani per Novara e Taschini per Nettuno: l’avvio di partita è molto promettente per la squadra di casa che segna due punti al primo attacco. Il partente nettunese ha un avvio poco brillante e concede nell’ordine un base a Loardi, un singolo ad Alvarez, un doppio ad Angulo e un’altra base per ball a Buffa: a basi piene, nessun out e un punto già segnato, Batista batte in doppio gioco: si segna un altro punto ma l’occasione per incrementare il margine finisce qui. Taschini reggerà infatti benissimo altre tre riprese, rilevato poi da Simone e Morellini che lasceranno all’attacco piemontese solo le briciole (1 sola valida). Dal proprio canto la rimonta nettunese è inesorabile: al 2° inning, Davenport con un lungo doppio spedisce a casa Fontana, in base per 4 ball ricevuti. Al 3° pareggio e sorpasso con due fuoricampo da 1 punto, back-to-back di Bermudez e Mazzanti. Poi Bassani regge bene sino al 6° inning, ma il rilievo di D’Amico – poco aiutato anche dalla difesa – è tutt’altro che efficace: Davenport lo colpisce con un altro solo homer, poi Sellaroli (singolo), Retrosi e Colagrossi, autori di due doppi, mettono virtualmente fine al match, consentendo ai nettunesi di marcare 4 punti. Nell’8° e 9° inning, con Cadoni sul monte, altri due punti con Mercuri e Colagrossi sugli scudi (artefici di due doppi) per il 9 a 2 finale. Per Novara da rilevare la convincente prova del giovane Andrea Caglieris, 2 su 2 e una base per ball ricevuta.

Pagina 1 di 2

FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball

A Bologna la FIBS incontra i rappresentati degli atleti delle società

Continua il dicembre di lavoro della Federazione che sabato 16 presso la consueta sede del CR FIBS Emilia Romagna si confronterà su vari temi con...

La Fortitudo Bologna annuncia l'acquisto di Giuseppe Mazzanti

Nel tradizionale pranzo degli auguri di Natale, la Fortitudo Bologna festeggia un regalo non da poco, assicurandosi le prestazioni di Giuseppe Mazzanti per la stagione...

Gli appuntamenti dei tryout per la Nazionale U12 baseball

Con lo sguardo all'Europeo di Budapest in programma dal 2 all'8 luglio 2018, lo staff del Team Italia ha comunicato gli appuntamenti dei tryout 2018...

Dai Winter Meetings una collaborazione sempre più stretta fra FIBS e MLB, anche in chiave...

È stata una missione intensa e faticosa, ma molto efficace quella che ha vissuto la delegazione FIBS, guidata dal Presidente Andrea Marcon, negli Stati Uniti,...

Il Baseball Softball Marche LAB organizza uno stage ad Ancona per la categoria U12

Domenica 17 Dicembre presso il PalaVeneto di Ancona dalle 9.30 alle 18.00 si terrà uno stage organizzato dal Baseball Softball Marche LAB riservato agli atleti...

News dal baseball internazionale

Squadre scatenate per l’acquisto dei rilievi

Published in: 2017Qualche anno fa si spendevano fiumi di parole sui soldi spesi per acquistare un partente. La situazione di Zack Greinke, firmato per 32...

Put a halo on Ian Kinsler

Published in: 2017Era dall’inizio del mercato invernale che i Los Angeles Angels erano in cerca di un seconda base. Dopo varie indiscrezioni e ricerche, la...

Marcell Ozuna è il nuovo slugger dei Cardinals

Published in: 2017Pochi minuti dopo la "denuncia" dell'agente Scott Boras per la svendita affrettata dei Miami Marlins, la franchigia della Florida piazza un'altra mossa che...

Il gomito di Shohei Ohtani è danneggiato

Published in: 2017Sembrava troppo idilliaco il sodalizio Angels - Shohei Ohtani, ma qualche retroscena emerso martedì ha gettato qualche ombra sulla salute dell'ex Nippon Ham Fighter. La...

La Gara 7 di Jack Morris: Il neo Hall-of-Famer la ricorda, con Smoltz

Published in: VideosIl miglior pitching duel in una Gara 7: era il 1991, erano gli Atlanta Braves e i Minnesota Twins. Con l'elezione a Cooperstown...

Le ultime gallerie fotografiche

Podcast

botr banner

Video Gallery

Quest’opera è rilasciata nei termini della licenza Creative Commons Attribuzione Non Commerciale – Condividi Allo Stesso Modo 4.0 (CC BY-NC-SA) il cui testo è disponibile alla pagina Internet http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Disclaimer

Baseball & Softball news è un progetto realizzato in collaborazione con FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball. Un contenitore di notizie, video, fotografie dedicate al baseball italiano ed internazionale.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree