0

Collecchio dopo 30 anni, un ricordo indelebile nel tempo

Ottobre 15th, 2017
Domenica 15 ottobre 2017 alle ore 10.00 presso l'Impianto Sportivo ...
0

Guglielmo Trinci è il nuovo manager del Nettuno Academy

Ottobre 08th, 2017
  Nell'ottica di una ottimizzazione necessaria per la gestione ...
0

Godo, ogni occasione è buona per ricordare un amico

Ottobre 07th, 2017
Domenica 8 ottobre 2017 a Godo non si giocherà solamente per ...
0

La Farma Crocetta U12 è vice campione d'Italia

Ottobre 03rd, 2017
L’Under 12 è vice campione d’Italia. Per sostenerla al “Torri” di ...
0

AIBxC, Torneo FiamMella 2017 a Brescia

Ottobre 03rd, 2017
Premessa: il logo FiamMella è opera del designer italo-americano ...
0

Ferrara baseball, piccoli successi che fanno la storia della società

Settembre 27th, 2017
Torneo Regione: l'Under 12 vince a Pianoro, conquista il primo posto ...
0

L'avventura della U18 Crocetta finisce ai quarti

Settembre 24th, 2017
Non ce l’ha fatta la Farma Under 18 a raggiungere l’Under 12 alla ...
0

Collecchio, storica prima conquista della Coppa Italia

Settembre 22nd, 2017
Finisce nel migliore dei modi la stagione 2017 del Collecchio ...
0

Ferrara baseball, bene gli allievi in Coppa Regione, under 12 sfortunata

Settembre 22nd, 2017
Al Torneo Regione la squadra Allievi sbanca Bologna con una prova di ...
0

Softball categoria Ragazze, il Novara alla final four

Settembre 22nd, 2017
Continua lo stato di grazia del Baseball Novara che, dopo la ...
0

Drinkers Lucca ed Allegra Brigata, lo sport come aggregazione

Settembre 22nd, 2017
Si è svolto sabato 16 settembre negli impianti dei Checchi calcio la ...
0

Terzo Memorial Renata, evento benefico a Cervignano in favore dell'AIRC

Settembre 22nd, 2017
Si e' svolto ieri Il giorno 17 Settembre sul campo di softball di ...
0

Domenica 24 settembre FINAL FOUR LAB - Lega amatoriale baseball

Settembre 22nd, 2017
Domenica 24 a Verona, Stadio GAVAGNIN al via le Final Four del ...
0

Playoff LAB di Conegliano, Estense Ferrara terza

Settembre 22nd, 2017
Andrea Gentili premiato come miglio Battitore. Finita la Regular ...
0

Tutto pronto per il memorial Gianni Rovatti

Settembre 22nd, 2017
Il 30 settembre ed il 1 ottobre 2017 si svolgera’ a bologna ...
0

Crocetta, la formazione U12 stacca il pass per la Final Four

Settembre 17th, 2017
E’ stato un sabato da incorniciare per le giovanili. Quattro partite, ...
0

Tredicesimo Memorial 'Gianni Rovatti' a Casteldebole

Settembre 17th, 2017
il 30 settembre ed il 1 ottbre 2017 si svolgera’ a bologna ...
0

Parma già al lavoro per il campionato 2018: firmato Mirabal

Settembre 17th, 2017
La stagione 2018 del Parma Clima riparte da un conferma, quella ...
0

Il baseball al sud? Si può, si deve!

Settembre 15th, 2017
Il baseball al sud? Certo si può. Non solo calcio e sport più ...

Straordinaria impresa del Baseball Novara che si qualifica per la final four di Coppa Italia eliminando per 3 partite a 1 l’Angel Service Nettuno, netta favorita dai pronostici della vigilia per il passaggio del turno. E lo fa con due prestazioni maiuscole proprio in casa dei laziali, vincendo dopo un’altalena di emozioni incredibili l’incontro del lanciatore straniero per 9 a 6 e ripetendosi in quello dell’italiano con uno schiacciante 10 a 2. La netta superiorità dei novaresi è ampiamente riconosciuta dal numero di battute valide messe a segno, 27 a 9, eppure entrambi i match sono stati tiratissimi. Ogni elemento della squadra piemontese va elogiato per il contributo apportato, ma indubbiamente Alex Bassani ne è stato l’assoluto trascinatore: man of the match del primo incontro con un fuoricampo decisivo all’ultima ripresa, nel secondo ha lanciato in maniera impeccabile per 8 riprese concedendo solo le briciole a un attacco potente come quello laziale. La qualificazione ha indubbiamente il suo marchio distintivo.

Venendo alla cronaca degli incontri, Ruiz e Jimenez si sfidano esattamente come nel match del Provini e ancora una volta il venezuelano del Novara contiene molto bene le velleità offensive del Nettuno. Dal proprio canto gli uomini di Duarte scappano via al 3° inning: tre valide di Di Battista, Dobboletta e Loardi riempiono le basi, poi due doppi consecutivi di Angulo e Alvarez le puliscono per il 4 a 0 parziale. Nettuno reagisce al 4° attacco e dimezza lo svantaggio: Bermudez in base su ball e Mercuri per un errore difensivo vanno entrambi a casa base grazie a un doppio di Fontana e a una grounded di Sparagna. Al 7° inning, poi, la prima svolta del match: due basi per ball consecutive concesse a Sparagna e Trinci mettono fine al match di Ruiz che viene sostituito da Buffa. L’italo-americano riempie le basi con un’altra base per ball a Sellaroli e poi, dopo una volata di sacrificio di Giannetti che accorcia sul 3 a 4, viene incontrato da un fuoricampo di Bermudez che consente al Nettuno di issarsi sul 6 a 4. Sembra finita, ma l’orgoglio dei novaresi è infinito: all’8° un solo homer di Alvarez accorcia le distanze e poi al 9° accade l’impensabile. Su un Uviedo non particolarmente efficace, Dobboletta batte valido e, spinto in seconda da un sacrificio di Loardi, va a punto su singolo di Batista per il pareggio. Un’altra valida di Alvarez pone fine alla partita del primo rilievo e sul conto di due out e corridori agli angoli entra Morellini sul monte con Bassani nel box: il giocatore imolese esplode un fuoricampo da 3 punti per il 9 a 6 che sarà poi il punteggio finale in quanto i padroni di casa nell’ultimo attacco non saranno infatti più in grado di replicare.

Con Novara in vantaggio per 2 a 1 il match serale ha il sapore dell’ultima spiaggia per Nettuno che schiera Andreozzi contro il caldissimo Bassani. Il pitcher novarese, salvo il fuoricampo concesso a Sellaroli al 3° inning, a dispetto di condizioni fisiche non ottimali, è impeccabile: dieci strike out messi a segno con solo 4 valide subite sono il suo sensazionale score. L’attacco novarese si scatena al 3° inning: dopo le basi per ball concesse a Caglieris e Batista sono ancora due doppi in sequenza di Angulo e Alvarez come nel primo incontro ad aprire le danze. Sul 3 a 0, detto del fuoricampo di Sellaroli che accorcia sull’1 a 3, succede poco o nulla sino all’ultima ripresa. Il secondo rilievo Taschini, subentrato a un buon Simone, subisce la veemenza dell’attacco ospite che lo colpisce con ben 7 valide: Dobboletta (2 volte: singolo e doppio), Loardi, Batista, Angulo, Buffa e Di Battista infieriscono sul neo-entrato pitcher locale che dalla sua mette anche una base per ball da walk off a Monello e un lancio pazzo sanguinoso per il 10 a 1 parziale. Il solo homer siglato da Mercuri all’ultimo respiro sul rilievo Cadoni non rovina la festa ai novaresi che ora, nella semifinale della final four in programma la prossima settimana, affronteranno i neo-campioni d’Italia del Rimini, mentre l’altro confronto sarà tra San Marino e Bologna.

Sembra di averla già vissuta una situazione simile, quella situazione in cui una partita può fare la differenza : è stato questo lo scenario in cui il Parma Clima si è trovato poco meno di un mese fa, quando era necessario ( e fondamentale ) evitare passi falsi per precludere qualsiasi possibile partecipazione ai play – off. In quel momento non tutte le speranze dipendevano dalla squadra ducale ma la casistica era più ampia, considerando che anche i risultati di Rimini avrebbero potuto fare la differenza ; stavolta, però, è diverso, tutto dipende solo ed esclusivamente dai giocatori di Gerali. Il Parma visto nelle due prime partite dei quarti di Coppa Italia non è stato sicuramente una squadra brillante, inerme in alcuni momenti ( Gara-1 ), sfortunata in altri ( Gara-2 ). In entrambi i casi ciò che è mancato è stata la forza di reagire ed il non esser riusciti ad imporre il proprio gioco ha sicuramente fatto la propria parte : lo testimoniano le statistiche, che vedono 12 punti subiti in due incontri ( contro gli 0 segnati ) ed appena 7 valide da parte di una squadra che si sa avere dei buoni battitori ( primo su tutti Charlie Mirabal, leader della squadra nel box di battuta in questa stagione ).

Giocare Gara-3 ( venerdì 8 settembre, ore 20.30 a Bologna ) sapendo di avere uno svantaggio di due gare e che questa potrà essere quella decisiva non è certo un punto favore; sapere di dover giocare fuori casa, senza l'apporto (seppur minimo) del proprio tifo al completo, è un altro svantaggio. Nonostante tutto, non sarebbe la prima occasione complicata dalla quale al Parma Clima è chiesto di uscire... E questo può essere un aiuto, perché si sa che l'esperienza insegna sempre qualcosa.

Un giro di mazza di Bertagnon al quinto, due punti e vittoria di Rimini. Sta in piccoli particolari il 2-1 maturato a Serravalle che manda i Pirati 1-0 nella serie. La T&A gioca una gara gagliarda, sempre equilibrata, col conto finale di valide (5) ed errori (1) pari. C’è anche un punto per i Titani, all’8°, ma non basta per vincere. Alla fine a festeggiare sono gli ospiti, con Rosario vincente, Quevedo perdente ed Hernandez con la salvezza.

Dopo un lievissimo ritardo dovuto a uno scroscio di pioggia caduto proprio un quarto d’ora prima del match, il cerimoniale può avere inizio e con esso il primo lancio di questa Italian Baseball Series, effettuato dal Segretario di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino, Marco Podeschi.

Nei primi quattro inning le squadre si punzecchiano senza creare eccessivi pericoli. Tre le volte in cui le due formazioni arrivano in posizione punto: una Rimini (doppio di Zappone al 2°) e due San Marino (singolo di Imperiali e base a Ermini al 2°, errore su Epifano e rubata al 4°).

Al 5°, poi, ecco che si decide la partita. Celli guadagna una base ball dopo un lunghissimo turno, Zappone lo sposta con un sacrificio e Malengo tocca un singolo che, sul tiro, porta lo stesso battitore in seconda. Ci sono due uomini in posizione punto, entrambi portati a casa dal successivo giro di mazza di Bertagnon, che va col singolo del 2-0.

È una gara in cui bisogna sfruttare ogni minima occasione, anche perché se ne presentano poche. La T&A ha un bel sussulto all’8°, quando dimezza lo svantaggio grazie ai singoli di Ferrini (poi in seconda su sacrificio) e Reginato (valida dell’1-2), ma non basta. Al nono non ci sono arrivi in base. Rimini vince 2-1.

T&A SAN MARINO – RIMINI 1-2

RIMINI: Infante ss (0/4), Noguera 2b (0/3), Vasquez es (1/3), Garbella ed (1/4), Celli ec (0/3), Zappone dh (1/3), Malengo 1b (1/4), Bertagnon r (1/4), Di Fabio 3b (0/3).

T&A: Ferrini 2b (1/4), Poma ec (0/3), Chiarini dh (1/3), Reginato ed (1/4), Albanese r (0/4), Epifano ss (0/4), Imperiali 1b (1/4), Ermini es (1/3), Pulzetti 3b (0/3).

RIMINI: 000 020 000 = 2 bv 5 e 1

T&A: 000 000 010 = 1 bv 5 e 1

LANCIATORI: Rosario (W) rl 6.2, bvc 3, bb 2, so 4, pgl 0; Hernandez (S) rl 2.1, bvc 2, bb 0, so 1, pgl 1; Quevedo (L) rl 5.1, bvc 5, bb 1, so 5, pgl 2; Nieve (r) rl 2.2, bvc 0, bb 2, so 6, pgl 0; Perez (f) rl 1, bvc 0, bb 0, so 2, pgl 0.

NOTE: doppio di Zappone.

Si sapeva che non sarebbe stata una passeggiata... ma non fino a questo punto. La sconfitta in Gara-1 per manifesta che Bologna ha inferto al Parma Clima è un duro colpo e riporta i ducali con i piedi per terra, dopo il crescente entusiasmo prodotto dalle tre vittorie in stecca ottenute su Padule. Possono essere stati l'eccessiva spinta entusiastica, oppure l'aver sottovalutato ( sbagliando totalmente ) un avversario che già sulla carta non va preso alla leggera, magari un calo di attenzione... Possono essere stati tanti i fattori che hanno portato a questa sconfitta casalinga ma di certo questi alti – bassi non risultano produttivi per una squadra che si sa avere una grande potenziale quando vuole.

Per la prima partita dei quarti il manager Gerali si affida sul monte a Santana, che conduce le prime due riprese senza particolari problemi. Al terzo inning Bologna inizia a dare i primi segnali di minaccia, segnando i primi due punti, ed alla ripresa successiva si porta avanti di cinque lunghezze con i singolo di Grimaudo e Sabbatani. Il Parma Clima non riesce a rispondere in attacco e neanche il cambio sul monte (Petralia per Santana) sembra arrestare gli avversari : Flores ( arrivato in base su valida ) segna lo 0 – 6 su singolo di Ambrosino al centro e la situazione comincia a complicarsi. Al settimo la Fortitudo dà il colpo finale ai padroni di casa, con altri tre punti che si vanno ad aggiungere alla differenza sul tabellino, e la partita si chiude definitivamente all'ottava ripresa, con l'ultimo punto segnato da Flores per Bologna che mette fine alla possibile rimonta dei padroni di casa, incapaci di reagire nel box di battuta : risultato finale di 0 – 10.

Con 3 valide messe a segno (contro le 13 di Bologna), il Parma Clima perde la prima partita dei quarti di Coppa Italia ma tenterà di pareggiare la serie stasera in Gara-2, alle 20.30 presso lo stadio “ Nino Cavalli “ di Parma.

In una partita non adatta ai deboli di cuore, la Fortitudo UnipolSai va prima sotto 4-1 al quarto inning ma, poi, grazie anche al fuoricampo da 2 punti di Garcia al sesto inning, pareggia i conti. Al decimo, ecco i 4 punti che valgono la vittoria e mandano la serie a gara 5.

Al termine di una vera e propria maratona durata oltre 4 ore e 30 minuti, la Fortitudo UnipolSai espugna nuovamente il campo del Rimini per 8-4 al decimo inning e forza la semifinale playoff alla quinta e decisiva partita in programma sabato 26 agosto alle ore 20.30 allo stadio Gianni Falchi di Bologna. Sotto 4-1 nel punteggio al quarto inning, Vaglio e compagni pareggiano il risultato al sesto, grazie anche al fuoricampo di Garcia. Dopo diversi colpi di scena, la partita si decide al decimo inning, quando la Fortitudo, trascinata dalle valide di Grimaudo (doppio), Agretti, Flores e Sambucci segna 4 punti e conquista la partita. Roberto Corradini, terzo pitcher  di serata dell’UnipolSai dopo Pizziconi e Crepaldi, sfodera una grande prestazione e ottiene la vittoria.

swing Garcia (©Renato Ferrini)Botta e risposta

Dopo il bel successo ottenuto in gara 3, l’UnipolSai inizia con il piglio giusto anche la quarta partita della serie contro Richetti, lanciatore partente avversario. Nosti e Vaglio aprono infatti il primo attacco con una valida a testa. I 2 giocatori rubano poi la base sullo strike out di Flores. Il Rimini concede quindi la base intenzionale a Marval per obbligare tutti i cuscini. Dopo la visita a Richetti, il lanciatore fa battere subito un pop sulla prima a Sambucci per il secondo eliminato. Al termine di un gran duello nel box di battuta, Garcia, che aveva colpito una bella linea a sinistra contro le recinzioni in foul per pochi centimetri, ottiene 4 ball, spingendo così a casa il punto del vantaggio. Ambrosino però colpisce una rimbalzante in diamante e non riesce a concretizzare. Al cambio campo, il Rimini pareggia subito il risultato. Infante batte colpisce un doppio al centro, avanza in terza sul bunt di sacrificio di Noguera e segna sulla rimbalzante di Vasquez.

Rimini in vantaggio

Al secondo inning, la Fortitudo ha subito una ghiotta occasione per tornare in vantaggio ma non la sfrutta. Dopo l’eliminazione di Grimaudo, Agretti batte valido ma Nosti viene messo strike out. Uno positivo Vaglio batte un doppio a sinistra spingendo il compagno in terza. Flores incassa 3 strike ed è eliminato al piatto. Dall’altra parte, invece, i Pirati segnano il 2-1 ed effettuano così il sorpasso. Zappone ottiene 4 ball e raggiunge la seconda su palla mancata. Il successivo singolo di Malengo spinge il compagno in terza e costringe lo staff tecnico felsineo alla visita sul monte di lancio. Alla ripresa del gioco, Bertagnon colpisce la rimbalzante del 2-1.

Anche in occasione del terzo attacco la Fortitudo crea i presupposti per segnare un punto ma non ci riesce. Marval colpisce valido al centro, ruba la seconda e avanza in terza sul lancio pazzo, che è anche il quarto ball sul conto di Sambucci. Il prima base felsineo cerca di sfruttare l’indifferenza della difesa avversaria e, dopo aver raggiunto il cuscino di prima, tenta di raggiungere la seconda ma è eliminato dal rilancio di Richetti in una giocata molto chiusa e contestata dallo staff tecnico biancoblù. Con Marval in terza, Garcia batte una rimbalzante su Di Fabio. Il terza base raccoglie ed è bravo ad assistere a casa base ottenendo il secondo out a scapito del corridore felsineo. L’ex giocatore dell’Imola avanza poi in seconda su lancio pazzo ma Ambrosino viene eliminato al volo dagli esterni. Come accaduto nella ripresa precedente, il Rimini segna punto al cambio di campo. Vasquez batte un singolo ma viene eliminato nel tentativo di rubare la seconda. La nuova valida di Garbella pone fine alla prova di Pizziconi, rilevato da Crepaldi. Il neo-entrato incassa subito le valide di Celli e Zappone che valgono il 3-1 dei Pirati ma è bravo a reagire mettendo strike out Malengo e facendo battere un pop in diamante a Bertagnon.

Corradini (©Renato Ferrini)Garcia suona la carica

Al quarto inning il Rimini si porta sul 4-1. Dopo la base per ball di Fabio, Infante batte valido e spinge il compagno in terza. Noguera viene messo strike out, ma Garbella colpisce la volata di sacrificio a sinistra per il quarto punto della partita dei Pirati. Due riprese più tardi e l’UnipolSai mostra l’orgoglio, impattando la partita. Sambucci va in base per ball e Garcia spedisce oltre le recinzioni a destra l’ultimo lancio della partita di Richetti, poi rilevato da Escalona. Sul punteggio di 4-3, Ambrosino va in base su ball e ruba poi la seconda. Sullo strike out di Grimaudo, il corridore felsineo avanza in terza. I successivi 4 ball ottenuti da Agretti pongono fine alla prova di Escalona sostituto da Teran. Nosti lo accoglie subito con uno suicide squeeze che vale il punto del 4-4. Con Agretti in seconda, Vaglio continua la sua grande serata con una nuova valida interna, ben difesa da Di Fabio in tuffo. La linea di Flores è poi presa al volo da Infante per l’out che chiude l’attacco ospite.

Extra-inning

L’UnipolSai cerca di cavalcare il momento positivo nella ripresa successiva ma purtroppo non riesce a concretizzare. Marval batte un singolo al centro e ruba poi la seconda base. Dopo l’out al volo di Sambucci, Garcia viene fatto passare intenzionalmente in base ma Ambrosino batte in scelta difesa con Di Fabio che fa l’out in terza senza assistenza. I 2 corridori rubano poi le rispettive basi mentre Grimaudo guadagna il passaggio gratuito in prima al termine di un bel duello con il pitcher avversario. Agretti però viene eliminato al piatto.

La partita si decide così nelle riprese finali, con il duello Corradini - Teran sul monte di lancio. Dopo essere uscito indenne da una situazione difficile all’ottavo inning (2 uomini in base per il Rimini), l’UnipolSai crea una nuova importante opportunità. Marval apre la ripresa con un singolo al centro e va in posizione punto sul bunt di sacrificio di Sambucci. Durante la base intenzionale a Garcia, Marval tenta la rubata in terza ma viene eliminato in una nuova giocata molto chiusa. Tutto lo staff tecnico della Fortitudo esce a protestare per la chiamata del signor Fiorini e, a farne le spese, sono il manager Frignani e il pitching coach Radaelli, ambedue espulsi. Con Garcia in prima, Ambrosino colpisce una battuta sugli esterni. Garbella difende ottimamente ed elimina il giocatore avversario.

Cuore Fortitudo, si va a gara 5

Corradini continua a imbrigliare le mazze dei Pirati e la sfida va così ai supplementari. Grimaudo apre il decimo attacco della Fortitudo con un doppio contro le recinzioni a destra e avanza in terza sul perfetto bunt valido di Agretti. Dopo la visita sul monte di Teran, Agretti avanza in seconda per palla mancata e Nosti viene così passato in base per obbligare tutti i cuscini. Vaglio gira subito il primo lancio per la volata di sacrificio che vale il 5-4. Flores si dimostra cinico e colpisce valido a destra. Nell’azione la difesa del Rimini commette un errore di lancio in terza con Agretti e Nosti che, così, possono segnare i punti del 7-4. La nuova valida di Sambucci, dopo i 4 ball intenzionali a Marval, vale la segnatura dell’8-4. Il successivo ingresso di Del Bianco sul monte di lancio del Rimini evita guai peggiori alla formazione di casa. Dall’altra parte Corradini continua la sua fenomenale prova e ottiene i 3 out che chiudono la partita. La Fortitudo UnipolSai sbanca ancora il campo dei Pirati per 8-4 e porta la serie alla decisiva gara 5 in programma sabato sera alle ore 20.30 allo stadio Gianni Falchi di Bologna.

IL TABELLINO

Con le spalle al muro, Bologna reagisce ed espugna con una grande prova di cuore il campo dei Pirati, portando la serie di semifinale alla quarta partita. Lansford e Rivero brillano sul monte di lancio, mentre la coppia Russo e Sambucci è decisiva con un fuoricampo ciascuno.

Grazie ai lanci della coppia formata da Jared Lansford e Raul Rivero e ai fuoricampo del duo Alex Russo e Alex Sambucci, la Fortitudo UnipolSai espugna il campo del Rimini per 4-2 e porta la serie di semifinale playoff a gara 4 che si disputerà mercoledì sera alle ore 20.30 sempre allo stadio dei Pirati.

Jared Landsford (Renato Ferrini)Occasioni sprecate
Come già accaduto in gara 2, anche la terza partita della semifinale playoff tra Rimini e Bologna regala subito emozioni. L’UnipolSai apre la propria partita con le valide di Nosti e Flores su Hernandez, partente avversario, ma Marval batte in doppio gioco. Anche i Pirati non concretizzano al cambio campo. Dopo l’out di Infante, Noguera va in base su ball e raggiunge la seconda sulla valida di Vasquez. Ambedue i corridori avanzano poi di una base su palla mancata ma prima Garbella (out al volo) e Celli (eliminato al piatto) si dimostrano poco cinici nella circostanza. La Fortitudo si rende pericolosa anche nella ripresa seguente. Sambucci  viene colpito e va in posizione punto sul bunt di sacrificio di Ambrosino. Sulla base ball di Russo, Sambucci corre in terza su palla mancata. Dopo la visita sul monte a Hernandez, Agretti e Fuzzi non concretizzano, andando rispettivamente out al volo in diamante e strike out.

Russo oltre le recinzioni
Dopo aver mandato un altro corridore in base senza aver concretizzato anche al terzo inning, l’UnipolSai sblocca finalmente il risultato in occasione del proprio quarto attacco. Sambucci colpisce un doppio a destra e, con uno fuori, Russo spedisce la palla oltre le recinzioni per il fuoricampo del 2-0.

Rimini accorcia le distanze
Al quinto inning l’UnipolSai ha l’opportunità di aumentare il proprio vantaggio ma non concretizza. Uno scatenato Nosti raggiunge la prima con 4 ball ma il bunt di Vaglio viene raccolto al volo in foul da Bertagnon. La linea di Flores viene ben difesa dall’esterno centro Celli ma Marval tiene in vita l’attacco ospite con una valida che spinge Nosti in terza. Dopo la visita a Hernandez, Sambucci colpisce una rimbalzante insidiosa che solo l’intervento provvidenziale di Infante permette al Rimini di evitare guai peggiori. L’ex giocatore della Fortitudo infatti raccoglie la palla e, senza assistenza, riesce a toccare il cuscino di seconda pochi istanti prima dell’arrivo in scivolata di Marval. Al cambio campo il Rimini accorcia il divario. Zappone colpisce un doppio e Malengo va in base su ball. Bertagnon prova il bunt che vien ben raccolto da Sambucci. Il prima base bolognese sbaglia però l’assistenza in terza con la palla che si perde agli esterni. Nell’azione i Pirati segnano il primo punto della loro partita. Con ambedue i corridori avanzati in posizione punto, Di Fabio colpisce una linea che viene raccolta al volo da Lansford. Per obbligare tutti i cuscini, la Fortitudo concede 4 ball intenzionali a Infante. La scelta si rivela corretta: Noguera batte in doppio gioco.

Sambucci elimina Di Fabio (Renato Ferrini)Il momento del pari è solo rinviato
Il pareggio del Rimini è soltanto rimandato al sesto inning. Con uno fuori, Garbella batte un doppio al centro mentre Celli un singolo a destra. Zappone tenta e trova il bunt valido con il corridore che segna il punto del 2-2. Dopo la visita sul monte, Lansford è bravo a non scomparsi e a chiudere senza ulteriori problemi la ripresa. Il pitcher americano prima fa battere Malengo in foul, poi Bertagnon sull’esterno destro.

Sambucci e Agretti portano la serie a gara 4
Al settimo inning entra in campo Raul Rivero al posto di un positivo Jared Lansford. L’ingresso del pitcher venezuelano è positivo, in quanto realizza subito 3 out di fila. Nella ripresa successiva la Fortitudo ritorna in vantaggio. Con uno fuori, Sambucci colpisce duro Rosario, entrato in precedenza in partita, con un fuoricampo a sinistra per il nuovo vantaggio UnipolSai. L’attacco della Fortitudo continua grazie alla base ball ottenuta da Ambrosino al termine di un gran duello con il lanciatore. Sullo strike out del pinch hitter Grimaudo, Ambrosino ruba la seconda e corre a casa sul chirurgico singolo a destra di Agretti che vale il 4-2.
La partita di fatto finisce qui. La Fortitudo ha la possibilità di chiudere definitivamente l’incontro nella parte alta del nono inning ma la battuta a basi piene di Ambrosino viene raccolta al volo in tuffo da Garbella. Dall’altra parte Rivero non trema e chiude senza problemi la partita. La Fortitudo UnipolSai espugna 4-2 il campo dei Pirati e forza la serie a gara 4, in programma mercoledì sera alle ore 20.30 sempre sul campo del RImini.

IL TABELLINO

Pagina 1 di 15

FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball

Gerali: “saremo pronti per la sfida all’Olanda”. Fox Sports annuncia la diretta in Europa e...

Con la prima partita di Verona, a ingresso gratuito, prendono il via venerdì 20 ottobre alle 19,00 le III European Baseball Series, 3 gare fra...

Presentata alla stampa la stagione 2017/2018 dell'accademia Piemonte baseball

Si è tenuta lunedì 16 ottobre 2017, presso la sala convegni CONI Piemonte, la conferenza stampa di presentazione dei 14 atleti selezionati per la quinta...

Baseball e integrazione, il progetto di Coni e Fibs a Taranto

Il Coni Taranto, assieme alla locale della Fibs e con il supporto del Coni Puglia, hanno portato avanti il progetto "Stringiamoci la mano". L’iniziativa è...

Investito in Venezuela, addio all'ex Nettuno Nelwin Sforza

Il baseball italiano è in lutto. Arriva da Maracaibo, in Venezuela, la notizia della tragica scomparsa di Nelwin Sforza che, secondo la stampa locale, sarebbe...

Molte le decisioni del Consiglio Federale per la stagione 2018

Seduta ricca di argomenti quella tenuta dal Consiglio Federale in videoconferenza nel pomeriggio di martedì 17 ottobre.Tra i primi punti all'ordine del giorno, l'organismo di...

News dal baseball internazionale

Foul ball fantasma, Joe Maddon espulso

Published in: VideosConfusione nell'ottavo inning di Gara 4 di NLCS, quando gli arbitri, dopo essersi consultati, hanno assegnato un foul ball inesistente a Curtis Granderson...

Niente Sweep! I Cubs reagiscono con Arrieta e Baez, LA sconfitta per 3-2

Published in: 2017Niente sweep, non al Wrigley. I Cubs tirano finalmente fuori l’orgoglio e sconfiggono i Dodgers in un’emozionante Gara 4, trascinati da un gigantesco...

ALCS: Tanaka domina, Keuchel crolla. È sorpasso Yankees

Published in: 2017MasahEro, forse? I Baby Bombers continuano a seguire il sogno di arrivare alla 41esima World Series della franchigia, la prima partecipazione al Fall...

La base su ball da RBI di Yu Darvish

Published in: VideosNiente simboleggia la difficoltà dei Cubs in questa NLCS come questa azione. Nel suo primo turno in battuta in carriera con le basi...

Due anni dopo, il problema degli Astros è lo stesso

Published in: 2017Era gara 4 della ALDS contro i Kansas City Royals. Il 2015 era un anno particolare per KC. Il primo titolo in 30...

Le ultime gallerie fotografiche

Podcast

botr banner

Video Gallery

Quest’opera è rilasciata nei termini della licenza Creative Commons Attribuzione Non Commerciale – Condividi Allo Stesso Modo 4.0 (CC BY-NC-SA) il cui testo è disponibile alla pagina Internet http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Disclaimer

Baseball & Softball news è un progetto realizzato in collaborazione con FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball. Un contenitore di notizie, video, fotografie dedicate al baseball italiano ed internazionale.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree