0

Nuovo tunnel di battuta per il Baseball Club Fossano

Dicembre 15th, 2017
E' stato inaugurato domenica 10 dicembre il nuovo tunnel di battuta ...
0

Seconda giornata della Winter Ball Cup 2017

Dicembre 15th, 2017
Domenica 17 dicembre  è in programma la seconda giornata di gare ...
0

La cronaca della quinta giornata della Western League

Dicembre 15th, 2017
Quinta giornata di Western League disputata nel palazzetto dello ...
0

Crocetta, una automedica per Gianni

Dicembre 14th, 2017
In occasione della cena sociale del 16 dicembre che si terrà presso ...
0

Oltretorrente, il 2017 si è concluso con la classica cena

Dicembre 14th, 2017
Nella splendida cornice del teatro “Al Parco” si è svolta nei giorni ...
0

Giuseppe Mazzanti alla Fortitudo Bologna per la stagione 2018

Dicembre 14th, 2017
Grande colpo per la società biancoblu che si assicura le prestazioni ...
0

Secondo arrivo dalla Bundesliga per il San Marino

Dicembre 08th, 2017
Il secondo arrivo di dicembre in casa T&A è Thomas De Wolf, che ...
0

Robin Penoyer head coach delle Thunders

Dicembre 08th, 2017
La società Castellana dopo un ottimo campionato in massima serie, con ...
0

Skatch Boves, Camilla Pellegrino vince il premio 'Studio e Sport 2017'

Dicembre 08th, 2017
Giovedì 7 dicembre Camilla Pellegrino è stata premiata dal Presidente ...
0

San Marino ufficializza l'arrivo di Juan Martin per la stagione 2018

Dicembre 04th, 2017
A dicembre, con la stagione ancora lontana, il San Marino Baseball ...
0

Rovigo, grande affluenza alla Serata delle Medaglie

Dicembre 03rd, 2017
Il mondo del batti e corri rodigino non smette mai di stupire. Nella ...
0

L'Euroacque Piacenza conclude la stagione 2017

Dicembre 03rd, 2017
Nella splendida cornice dell'Auditorium S.Ilario, l'Eurocque Baseball ...
0

23° Memorial Luca Vitali - Trofeo Giovani Marmotte

Dicembre 03rd, 2017
Torna puntuale la tradizionale kermesse invernale di ...
0

Andrea Mazzoni è il nuovo tecnico del Crocetta

Novembre 30th, 2017
Andrea Mazzoni torna a guidare la Farma. L’ultima stagione da manager ...
0

Oltretorrente, Daniele Saccò è il nuovo manager della squadra di serie B

Novembre 30th, 2017
Il Gruppo Oltretorrente è lieto di comunicare l’ingaggio come manager ...
0

Dopo Ambrosino, anche Federico Giordani approda a Nettuno sponda Academy

Novembre 29th, 2017
Ancora un importante movimento di mercato per il Città di Nettuno ...
0

Paolino Ambrosino ritorna a Nettuno

Novembre 29th, 2017
Ambrosino ritorna nella sua città dopo quattro bellissime stagioni ...
0

Gruppo Oltretorrente, 28o Torneo Unicef

Novembre 29th, 2017
L’associazione polisportiva giovanile dilettantistica Parma 2001, ...
0

Il VI premio Doriano Donnabella va a Carlo Passarotto

Novembre 26th, 2017
Il Consiglio del Milano, in base ai voti giunti da soci e amici del ...
0

Calendario Collecchio Baseball Softball 2018

Novembre 26th, 2017
La società Collecchio, in occasione della cena di fine stagione, ha ...

Grande colpo per la società biancoblu che si assicura le prestazioni del campione nettunese, tra i migliori battitori degli ultimi vent’anni del baseball italiano, oltre che il più prestigioso fra quelli in attività.

Dopo aver per anni accarezzato il sogno di vedere questo giocatore vestire la divisa biancoblu della Fortitudo Baseball, ecco che la società bolognese estrae dal proprio mazzo un “carico” a sorpresa nella campagna di rafforzamento per la stagione 2018.

Giuseppe Mazzanti, nato a Roma il 5 aprile 1983, apprezzato e storico terza base del Nettuno, mazza inesorabile e potente, ma nello stesso tempo disciplinata, perno e punto di forza delle squadre nelle quali ha militato, nazionale compresa, approda finalmente sotto le due torri, candidandosi ad occupare un posto stabile nel cuore del lineup felsineo.

Comincia a fine anni 90 la sua carriera ai massimi livelli del baseball italiano, ancora sedicenne, nelle fila del Nettuno (batte .313 in regular season in 7 gare), poi un paio di stagioni “a farsi le ossa” in serie A2 con la seconda squadra della città laziale, per varcare l’oceano nel 2002 e provare l’avventura nel baseball professionistico nord americano, entrando nella franchigia dei Seattle Mariners, disputando una stagione in Rookie League con Arizona League Mariners, dove lascia la sua impronta battendo 4 doppi, un triplo e 3 fuoricampo. Nel 2003, all’età di 20 anni, il ventenne destro in battuta torna nella sua Nettuno, diventando il principale punto di forza della gloriosa formazione laziale.

Per tutti ormai è Peppe Mazzanti e basta il suo nome scandito dagli speaker dei diamanti italiani a incutere timore a pitcher e difesa avversari, che lo giocano sempre con cautela. Tante volte il passaggio in base è gratuito, ma tante volte la sua mazza inesorabile colpisce e punisce, soprattutto nei momenti “caldi” e importanti dell’incontro. Dal 2004 al 2008 il Nettuno centra i playoff, nel 2007 e 2008 arriva in finale, perdendola contro Grosseto e San Marino, ma Peppe conquista in entrambe le stagioni il titolo di MVP del campionato italiano. Nel 2007 chiude la regular season con medie stellari: .343 in battuta, .459 on base e .587 di slugging, frutto di 18 doppi, un triplo e 5 fuoricampo in 42 incontri. Nei playoff e in finale le medie si alzano ulteriormente. Ancor più impressionante la stagione 2008 (media .392, on base .516 e slugging .574 in 39 gare, con 9 doppi e 6 fuoricampo) e anche in questo caso cresce in post season.

Nel 2008 e 2009 la rivincita europea, battendo il San Marino e la Fortitudo nel massimo trofeo continentale, mentre nel 2011 altra finale scudetto persa contro i titani, ma per Peppe e compagni arriva il successo in Coppa Italia. Nel 2014 si interrompe lo storico rapporto con Nettuno e avviene il clamoroso trasferimento a Rimini per due stagioni. Nella prima arriva la coppa Italia e nella seconda il primo scudetto conquistato da Mazzanti, a spese proprio della Fortitudo. Nel 2016 e 2017 torna sul Tirreno nelle fila dell’Angel Service, che porta ai playoff in entrambe le stagioni, dimostrandosi ancora fra i migliori battitori del lineup. Nell’ultima regular season ha disputato 30 partite battendo con la media di .293, con 8 doppi e 4 fuoricampo, per una media slugging di .495, il secondo della squadra alle spalle di Bermudez e una media on base di .459, il migliore in questo caso dei nettunesi, frutto di ben 27 basi guadagnate oltre a 5 colpiti.

Mazzanti ha esordito in azzurro ai mondiali 2003 disputati a Cuba, ha partecipato alla spedizione olimpica di Atene 2004 e al World Baseball Classic 2009, ai mondiali del 2007 e 2011, agli europei 2007, 2010 e 2016.

La dirigenza biancoblu strappa al massimo campionato olandese uno dei suoi battitori più forti. L’esterno ventisettenne, campione d’Europa 2016 nelle fila di Amsterdam, sempre con i Pirates è stato anche il miglior battitore della finale della Dutch Major League 2017, terzo in regular season, ma miglior slugger e secondo come arrivi in base. Gli esordi giovanissimo con la franchigia dei Seattle Mariners.

Siamo ancora alle prime battute di un “mercato” che si presenta molto interessante e la Fortitudo Baseball annuncia il primo movimento in entrata per la stagione 2018. Si tratta di un vero e proprio “colpo”, perché la dirigenza biancoblu è riuscita a portare sotto le Due Torri uno dei migliori giocatori del baseball olandese.

Gilmer Lampe, nativo di Aruba, l’isola caraibica al nord del Venezuela che fa parte del Regno dei Paesi Bassi, è un eccellente esterno che batte e tira destro ed è nato il 1 marzo 1990. Protagonista ai livelli più alti del massimo campionato olandese, oltre che della nazionale orange, Lampe ha disputato le ultime due stagioni con L&D Amsterdam Pirates.

Nella stagione appena conclusa, con la sua squadra sconfitta in finale dai Neptunus Rotterdam, il nuovo giocatore biancoblu è stato il miglior battitore della serie finale (media .500) dopo essere risultato il terzo miglior battitore della regular season (media .374 in 33 partite), alle spalle del belga dei Neptunus Dille e del compagno di squadra Rombley, preceduto dal solo trentunenne di Anversa nella media “on base” (.493), ma primo assoluto nella media “bombardieri” (.609), frutto di 12 doppi e 5 fuoricampo, con anche 8 basi rubate su altrettanti tentativi. Cifre impressionanti, ma neanche di tanto superiori a quelle della stagione precedente, conclusa con .323 in battuta, .429 “on base” e .409 di “slugging” (11 doppi), sempre in 33 gare disputate. Un’annata che lo vide protagonista nella conquista della storica coppa dei campioni, al termine della “final eight” disputata a Rimini e San Marino, della quale è risultato fra i migliori battitori.

La sua carriera nel baseball professionale è iniziata giovanissimo, quando nel novembre 2007 fu notato da due scout dei Seattle Mariners, firmando con la franchigia un contratto di cinque anni che lo ha visto disputare altrettante stagioni da Rookie, nelle leghe estive venezuelane, dell’Arizona e Appalachian League con Pulaski (2012). In queste stagioni, giocando complessivamente 226 incontri, è cresciuto nei ruoli di prima base ed esterno, migliorando progressivamente la sua media battuta, che si è fissata sul .252, con .346 negli arrivi in base e .371 di media “bombardieri”, frutto di 38 doppi, 5 tripli e 10 homerun.

In Olanda ha completato la sua crescita tecnica e atletica, dimostrandosi un eccellente battitore per media e per potenza, occupando l’importante ruolo di quarto in battuta (cleanup). Nel 2014 e nel 2015 ha giocato nella massima serie con UVV Utrecht, presentandosi già alla prima stagione in Dutch Major League con la media di .355, con un lieve calo nella stagione successiva che non gli ha precluso la possibilità di approdare nella più forte Amsterdam. Nelle stagioni nei Paesi Bassi ha anche evidenziato un’ottima disciplina al piatto, dote sempre apprezzata dalla maggior parte dei Manager, ottenendo in quattro campionati 84 basi ball, a fronte di appena 60 strikeout (15 a stagione, meno di uno ogni due gare).

Sembra di averla già vissuta una situazione simile, quella situazione in cui una partita può fare la differenza : è stato questo lo scenario in cui il Parma Clima si è trovato poco meno di un mese fa, quando era necessario ( e fondamentale ) evitare passi falsi per precludere qualsiasi possibile partecipazione ai play – off. In quel momento non tutte le speranze dipendevano dalla squadra ducale ma la casistica era più ampia, considerando che anche i risultati di Rimini avrebbero potuto fare la differenza ; stavolta, però, è diverso, tutto dipende solo ed esclusivamente dai giocatori di Gerali. Il Parma visto nelle due prime partite dei quarti di Coppa Italia non è stato sicuramente una squadra brillante, inerme in alcuni momenti ( Gara-1 ), sfortunata in altri ( Gara-2 ). In entrambi i casi ciò che è mancato è stata la forza di reagire ed il non esser riusciti ad imporre il proprio gioco ha sicuramente fatto la propria parte : lo testimoniano le statistiche, che vedono 12 punti subiti in due incontri ( contro gli 0 segnati ) ed appena 7 valide da parte di una squadra che si sa avere dei buoni battitori ( primo su tutti Charlie Mirabal, leader della squadra nel box di battuta in questa stagione ).

Giocare Gara-3 ( venerdì 8 settembre, ore 20.30 a Bologna ) sapendo di avere uno svantaggio di due gare e che questa potrà essere quella decisiva non è certo un punto favore; sapere di dover giocare fuori casa, senza l'apporto (seppur minimo) del proprio tifo al completo, è un altro svantaggio. Nonostante tutto, non sarebbe la prima occasione complicata dalla quale al Parma Clima è chiesto di uscire... E questo può essere un aiuto, perché si sa che l'esperienza insegna sempre qualcosa.

Si sapeva che non sarebbe stata una passeggiata... ma non fino a questo punto. La sconfitta in Gara-1 per manifesta che Bologna ha inferto al Parma Clima è un duro colpo e riporta i ducali con i piedi per terra, dopo il crescente entusiasmo prodotto dalle tre vittorie in stecca ottenute su Padule. Possono essere stati l'eccessiva spinta entusiastica, oppure l'aver sottovalutato ( sbagliando totalmente ) un avversario che già sulla carta non va preso alla leggera, magari un calo di attenzione... Possono essere stati tanti i fattori che hanno portato a questa sconfitta casalinga ma di certo questi alti – bassi non risultano produttivi per una squadra che si sa avere una grande potenziale quando vuole.

Per la prima partita dei quarti il manager Gerali si affida sul monte a Santana, che conduce le prime due riprese senza particolari problemi. Al terzo inning Bologna inizia a dare i primi segnali di minaccia, segnando i primi due punti, ed alla ripresa successiva si porta avanti di cinque lunghezze con i singolo di Grimaudo e Sabbatani. Il Parma Clima non riesce a rispondere in attacco e neanche il cambio sul monte (Petralia per Santana) sembra arrestare gli avversari : Flores ( arrivato in base su valida ) segna lo 0 – 6 su singolo di Ambrosino al centro e la situazione comincia a complicarsi. Al settimo la Fortitudo dà il colpo finale ai padroni di casa, con altri tre punti che si vanno ad aggiungere alla differenza sul tabellino, e la partita si chiude definitivamente all'ottava ripresa, con l'ultimo punto segnato da Flores per Bologna che mette fine alla possibile rimonta dei padroni di casa, incapaci di reagire nel box di battuta : risultato finale di 0 – 10.

Con 3 valide messe a segno (contro le 13 di Bologna), il Parma Clima perde la prima partita dei quarti di Coppa Italia ma tenterà di pareggiare la serie stasera in Gara-2, alle 20.30 presso lo stadio “ Nino Cavalli “ di Parma.

Vaglio e compagni devono annullare il doppio match-point dei Pirati per riportare la serie di semifinale a Bologna. Gara 3 si gioca martedì 22 agosto alle ore 20.30 a Rimini. Sarà Lansford il lanciatore partente.

Dopo aver incassato 2 sconfitte nelle prime 2 partite della semifinale playoff, la Fortitudo UnipolSai è ora chiamata a compiete una vera impresa sul campo del Rimini nel proseguimento della serie. Gli uomini allenati dal manager Daniele Frignani devono infatti cercare di annullare i 2 match point a disposizione dei Pirati per cercare di portare la serie alla decisiva quinta partita. Il primo passaggio da fare è, inevitabilmente, quello di aggiudicarsi gara 3, in programma martedì 22 agosto alle ore 20.30 a Rimini.

RUSSO ARRIVA TERZA (Foto Renato Ferrini)Il manager Daniele Frignani carica la squadra

Il manager Daniele Frignani ha voluto fare il punto della situazione in casa felsinea dopo  le 2 sconfitte subite nelle prime 2 gare della serie: ‘’Bisogna prendere atto che si è sotto 2-0 nella serie e quindi non bisogna parlare di gara 4 o gara 5, ma solo della sfida in programma martedì sera, quando ogni singolo lancio sará fondamentale. Credo fortemente nella voglia di riscatto di tutta la squadra. Lansford ha recuperato dal problema al caviglia e sarà il lanciatore partente di gara 3”.

Radio, sito e social network

Come sempre, sarà Radio Nettuno a seguire le gesta della UnipolSai Fortitudo, alle storiche frequenze di FM 97 per la provincia di Bologna (FM 96.650 zona Casalecchio e Sasso Marconi, zona montagna consultare il sito della radio) e in streaming all’indirizzo web www.radionettuno.it.  Prima, durante e dopo ogni singolo match potrete inoltre trovare, oltre al tradizionale resoconto dell’incontro, anche diverso materiale inedito come foto, video e interviste sui nostri social network Facebook e Instagram nonché sul sito ufficiale, www.fortitudobaseball.it.

Il programma della serie di semifinale:

Gara 1: Fortitudo UnipolSai - Rimini 5 a 6 (al 10° inning)

Gara 2: Fortitudo UnipolSai - Rimini 5 a 8

Gara 3: Rimini - Fortitudo UnipolSai ore 20.30 martedì 22 agosto

Gara 4: Rimini - Fortitudo UnipolSai ore 20.30 mercoledì 23 agosto (se necessaria)

Gara 5: Fortitudo UnipolSai - Rimini ore 20.30 sabato 26 agosto (se necessaria)

In riviera venerdì 21 luglio, sotto le due torri sabato 22 luglio. Si gioca sempre alle ore 20.30.
Frignani: “… dobbiamo migliorare il nostro livello di gioco, dobbiamo alzare l’asticella”.
Confermati i partenti Owens e Pizziconi. Rivero rientra ma Ambrosino è ancora “fermo ai box” per un’infezione.

GARCIA GARBELLAIl quart’ultimo weekend di regular season IBL 2017  vede i campioni d’Italia della UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna di fronte ai vice campioni delRimini Baseball, che si sfideranno in gara1, venerdì 21 luglio, alla Casa dei pirati in riva all’Adriatico e in gara2, sabato 22 luglio, allo stadio Gianni Falchi di Bologna, che dunque riaprirà i cancelli dopo un paio di settimane nelle quali la squadra biancoblu ha giocato in trasferta. Entrambe le partite avranno inizio alleore 20.30.

E’ senza dubbio una delle sfide più sentite del baseball italiano, anche ma non solo per ragioni di campanile, tuttavia negli ultimi anni il “livello dello scontro” è salito di quota perché nelle ultime tre stagioni Rimini e Bologna si sono confrontate ed affrontate per lo scudetto nelle Italian Baseball Series. Quest’anno i pirati, rinnovati nella guida tecnica e in parte significativa del roster, hanno iniziato la stagione con qualche difficoltà di troppo che stanno ancora pagando in termini di classifica. Con 15 vittorie e 11 sconfitte occupano comunque la quarta posizione, ma il vantaggio sulla quinta, il Parma, è di sole due lunghezze, rendendo ancora incerta la qualificazione ai playoff dei nero arancio, che inseguono il San Marino (19-7), la UnipolSai Fortitudo (18-8) e il Nettuno (17-9), che navigano in acque decisamente più calme rispetto a quelle dei pirati. Tre lunghezze separano oggi Bologna e Rimini, ma i petroniani al momento buttano un occhio avanti pensando a un difficile aggancio ai titani, impegnati in casa in un tutto sommato abbordabile impegno contro il Padova, mentre i romagnoli guardano con preoccupazione il possibile avvicinamento della squadra ducale, che sabato è attesa da un agevole, almeno sulla carta, doppio impegno casalingo contro il Padule. Il Nettuno, infine, a Novara cercherà di consolidare la propria posizione e magari tentare l’aggancio con i biancoblu, che scenderanno sul Tirreno proprio il prossimo weekend.

All’andata la sfida finì in pareggio, con due successi casalinghi, per Bologna in gara1 e per Rimini in gara2: due gare equilibrate finite entrambe con il risultato di 2 a 1. Forse il weekend più difficile per la Fortitudo di tutto il girone d’andata, compreso il breve prologo della prima fase.

Daniele Frignani, manager della Fortitudo baseball, come di consueto il compito di fare il punto della situazione nel pre game: “… contro il Rimini è sempre una bella sfida: conosciamo benissimo le loro qualità, che dall’andata si sono modificate con l’inserimento di Vasquez al posto di Duran. Bisogna considerare che in queste quattro settimane che ci separano dai playoff affrontiamo, con l’eccezione del Padule, tutte e tre le squadre che probabilmente troveremo nella post season, fatta salva ovviamente l’incognita Parma. Insomma, dal Rimini, la prima che affrontiamo, al San Marino, l’ultima prima dei playoff, noi dobbiamo lavorare per migliorare il nostro livello di gioco. Dobbiamo alzare l’asticella, così come ci siamo proposti nelle ultime settimane non basta, dobbiamo alzare l’intensità e la qualità del nostro gioco”.

Confermati i due lanciatori partenti, che sono Owens e Pizziconi, ma nelle rotazioni di gara1 rientrerà al 100% recuperato dall’infortunio Raul Rivero. Tutti gli altri “abili e arruolati”, fatto salvo per Paolino Ambrosino, che per i postumi di una scivolata a Novara che gli ha procurato un’infezione a livello di uno stinco, ha già dovuto saltare il weekend di Padova e salterà anche questo, anche se in via di guarigione.

MALENGO VAGLIOIl Rimini, allenato da Paolo “Ciga” Ceccaroli, ha cambiato tanto rispetto alla scorsa stagione, rivedendo anche una scelta sull’esterno in corso d’opera, con l’inserimento del venezuelano Wuilliams Vasquez (media .218, un doppio e 2 RBI in 8 gare) al posto del dominicano Carlos Duran (.250, 4 doppi, 2 fuoricampo, 12 RBI in 18 partite), il cui rendimento è stato giudicato non in linea con le attese. Da sottolineare come entrambi siano ex dei rivali del San Marino. Numerosi sono gli atleti di nazionalità od origine venezuelana, come l’ex biancoblu Juan Carlos Infante (.210, 4 doppi e un fuoricampo) impiegato come interbase, gli interni Lino Zappone (.300 con 3 doppi) e Freddy Noguera (.362 con un doppio), lo stesso Vasquez e tre lanciatori come Hernandez, Escalona e Teran. Non mancano i caraibici, come il cubano Maikel Caseres (.296, 4 doppi, un fuoricampo, 17 RBI), un giocatore in grado di ricoprire diverse posizioni in difesa, oltre ai due lanciatori partenti, il dominicano Rosario e l’italo dominicano Richetti. L’italo americano Nicola Garbella (.306, 7 doppi, un fuoricampo, 10 RBI) è invece il miglior battitore come media. Ottima stagione finora per il giovane esterno Federico Celli (.292, 6 doppi, un triplo, 4 fuoricampo, 14 RBI), che ormai ha fatto dimenticare l’ex Mario Chiarini, da qualche stagione sul Titano. In miglioramento l’ex prima base biancoblu Daniele Malengo (.250, un doppio, un fuoricampo, 7 RBI), da tenere d’occhio anche Riccardo Bertagnon, indietro come media battuta, ma sempre pronto nei momenti importanti del match, come nell’anticipo di Novara di giovedì scorso, quando un suo fuoricampo interno ha dato probabilmente una svolta alla regular season dei pirati. Quarto attacco IBL (media .251), dopo Bologna, San Marino e Nettuno, terza difesa (29 errori), dopo Bologna e Nettuno, quarto monte di lancio (MPGL 2.88), dopo Bologna, San Marino e Nettuno, ma è proprio in quel reparto che la squadra riminese può essere competitiva e temibile. Di ottimo livello la coppia straniera formata dal destro Josè Maria Rosario (5 vinte, 3 perse, MPGL 2.41) e dal mancino Ricardo Hernandez (1-1, 4 salvezze, 2.42), ma ancor più performante può essere lo schieramento della partita riservata ai lanciatori di scuola italiana, dove i pirati possono impiegare alternativamente come partenti sia il destro Carlos Richetti (3-3, 1.84) che il mancino Josè Escalona (1-1, 4.03), con un supporto dal bullpen del calibro di Carlos Teran (4-2, 3 salvezze, 4.56) e se occorre Di Raffaele e Del Bianco.

Come sempre, Radio Nettuno seguirà le gesta della UnipolSai Fortitudo, alle storiche frequenze di FM 97 per la provincia di Bologna (FM 96.650 zona Casalecchio e Sasso Marconi, zona montagna consultare il sito della radio) e in streaming all’indirizzo web www.radionettuno.it.

Pagina 1 di 4

FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball

A Bologna la FIBS incontra i rappresentati degli atleti delle società

Continua il dicembre di lavoro della Federazione che sabato 16 presso la consueta sede del CR FIBS Emilia Romagna si confronterà su vari temi con...

La Fortitudo Bologna annuncia l'acquisto di Giuseppe Mazzanti

Nel tradizionale pranzo degli auguri di Natale, la Fortitudo Bologna festeggia un regalo non da poco, assicurandosi le prestazioni di Giuseppe Mazzanti per la stagione...

Gli appuntamenti dei tryout per la Nazionale U12 baseball

Con lo sguardo all'Europeo di Budapest in programma dal 2 all'8 luglio 2018, lo staff del Team Italia ha comunicato gli appuntamenti dei tryout 2018...

Dai Winter Meetings una collaborazione sempre più stretta fra FIBS e MLB, anche in chiave...

È stata una missione intensa e faticosa, ma molto efficace quella che ha vissuto la delegazione FIBS, guidata dal Presidente Andrea Marcon, negli Stati Uniti,...

Il Baseball Softball Marche LAB organizza uno stage ad Ancona per la categoria U12

Domenica 17 Dicembre presso il PalaVeneto di Ancona dalle 9.30 alle 18.00 si terrà uno stage organizzato dal Baseball Softball Marche LAB riservato agli atleti...

News dal baseball internazionale

Squadre scatenate per l’acquisto dei rilievi

Published in: 2017Qualche anno fa si spendevano fiumi di parole sui soldi spesi per acquistare un partente. La situazione di Zack Greinke, firmato per 32...

Put a halo on Ian Kinsler

Published in: 2017Era dall’inizio del mercato invernale che i Los Angeles Angels erano in cerca di un seconda base. Dopo varie indiscrezioni e ricerche, la...

Marcell Ozuna è il nuovo slugger dei Cardinals

Published in: 2017Pochi minuti dopo la "denuncia" dell'agente Scott Boras per la svendita affrettata dei Miami Marlins, la franchigia della Florida piazza un'altra mossa che...

Il gomito di Shohei Ohtani è danneggiato

Published in: 2017Sembrava troppo idilliaco il sodalizio Angels - Shohei Ohtani, ma qualche retroscena emerso martedì ha gettato qualche ombra sulla salute dell'ex Nippon Ham Fighter. La...

La Gara 7 di Jack Morris: Il neo Hall-of-Famer la ricorda, con Smoltz

Published in: VideosIl miglior pitching duel in una Gara 7: era il 1991, erano gli Atlanta Braves e i Minnesota Twins. Con l'elezione a Cooperstown...

Le ultime gallerie fotografiche

Podcast

botr banner

Video Gallery

Quest’opera è rilasciata nei termini della licenza Creative Commons Attribuzione Non Commerciale – Condividi Allo Stesso Modo 4.0 (CC BY-NC-SA) il cui testo è disponibile alla pagina Internet http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Disclaimer

Baseball & Softball news è un progetto realizzato in collaborazione con FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball. Un contenitore di notizie, video, fotografie dedicate al baseball italiano ed internazionale.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree