0

Nuovo tunnel di battuta per il Baseball Club Fossano

Dicembre 15th, 2017
E' stato inaugurato domenica 10 dicembre il nuovo tunnel di battuta ...
0

Seconda giornata della Winter Ball Cup 2017

Dicembre 15th, 2017
Domenica 17 dicembre  è in programma la seconda giornata di gare ...
0

La cronaca della quinta giornata della Western League

Dicembre 15th, 2017
Quinta giornata di Western League disputata nel palazzetto dello ...
0

Crocetta, una automedica per Gianni

Dicembre 14th, 2017
In occasione della cena sociale del 16 dicembre che si terrà presso ...
0

Oltretorrente, il 2017 si è concluso con la classica cena

Dicembre 14th, 2017
Nella splendida cornice del teatro “Al Parco” si è svolta nei giorni ...
0

Giuseppe Mazzanti alla Fortitudo Bologna per la stagione 2018

Dicembre 14th, 2017
Grande colpo per la società biancoblu che si assicura le prestazioni ...
0

Secondo arrivo dalla Bundesliga per il San Marino

Dicembre 08th, 2017
Il secondo arrivo di dicembre in casa T&A è Thomas De Wolf, che ...
0

Robin Penoyer head coach delle Thunders

Dicembre 08th, 2017
La società Castellana dopo un ottimo campionato in massima serie, con ...
0

Skatch Boves, Camilla Pellegrino vince il premio 'Studio e Sport 2017'

Dicembre 08th, 2017
Giovedì 7 dicembre Camilla Pellegrino è stata premiata dal Presidente ...
0

San Marino ufficializza l'arrivo di Juan Martin per la stagione 2018

Dicembre 04th, 2017
A dicembre, con la stagione ancora lontana, il San Marino Baseball ...
0

Rovigo, grande affluenza alla Serata delle Medaglie

Dicembre 03rd, 2017
Il mondo del batti e corri rodigino non smette mai di stupire. Nella ...
0

L'Euroacque Piacenza conclude la stagione 2017

Dicembre 03rd, 2017
Nella splendida cornice dell'Auditorium S.Ilario, l'Eurocque Baseball ...
0

23° Memorial Luca Vitali - Trofeo Giovani Marmotte

Dicembre 03rd, 2017
Torna puntuale la tradizionale kermesse invernale di ...
0

Andrea Mazzoni è il nuovo tecnico del Crocetta

Novembre 30th, 2017
Andrea Mazzoni torna a guidare la Farma. L’ultima stagione da manager ...
0

Oltretorrente, Daniele Saccò è il nuovo manager della squadra di serie B

Novembre 30th, 2017
Il Gruppo Oltretorrente è lieto di comunicare l’ingaggio come manager ...
0

Dopo Ambrosino, anche Federico Giordani approda a Nettuno sponda Academy

Novembre 29th, 2017
Ancora un importante movimento di mercato per il Città di Nettuno ...
0

Paolino Ambrosino ritorna a Nettuno

Novembre 29th, 2017
Ambrosino ritorna nella sua città dopo quattro bellissime stagioni ...
0

Gruppo Oltretorrente, 28o Torneo Unicef

Novembre 29th, 2017
L’associazione polisportiva giovanile dilettantistica Parma 2001, ...
0

Il VI premio Doriano Donnabella va a Carlo Passarotto

Novembre 26th, 2017
Il Consiglio del Milano, in base ai voti giunti da soci e amici del ...
0

Calendario Collecchio Baseball Softball 2018

Novembre 26th, 2017
La società Collecchio, in occasione della cena di fine stagione, ha ...

Ottime indicazioni dal CUS Brescia nella penultima giornata di regular season, che ha visto i lombardi affrontare la capolista Collecchio. Due incontri impegnativi, contro una delle squadre più forti del torneo e accreditata per la vittoria finale, e proprio per questo le due ottime prestazioni fanno ben sperare e danno fiducia per l'importante partita di coppa che si svolgerà domenica contro Verona. In entrambi gli incontri il manager Gorrin fa un gran turnover, per testare tutti gli elementi del roster bresciano, anche quelli che hanno giocato meno durante la prima parte di campionato, e la squadra risponde bene ripagando la fiducia.

In gara 1 cambio obbligato agli interni vista la squalifica di Bazzana. Lo sostituirà Federico Virgadaula in seconda base, con Jaramillo che slitta in interbase e Alloisio a difendere il sacchetto di terza base. novità anche in prima base con l'esordio da titolare nel ruolo per Luca Virgadaula. Il ruolo di partente viene lasciato a Pittari, per dare fiato a Coletti, e il partente bresciano sfodera un ottima prestazione concedendo solo 3 valide in 6 inning e tenendo in scacco le mazze di quello che è l'attacco con la miglior media battuta del campionato. La difesa del Brescia, seppur rimaneggiata, gioca benissimo e supporta Pittari con giocate che fanno divertire il pubblico presente e impediscono agli ospiti di segnare. Anche Collecchio da parte sua gioca un ottima partita difensiva e l'attacco bresciano stenta contro i lanci di Acerbi prima e Dallaturca poi. In questa situazione di equilibrio nessuna squadra riesce a prevalere nei 9 inning regolamentari e si arriva dunque agli extrainning. La regola del tie-break impone di piazzare uomo in prima e in seconda e Collecchio prova subito a fare un bunt per spostare entrambi gli uomini in posizione punto. Coletti però, entrato come rilievo, riesce a mettere in difficoltà il battitore avversario, impedendogli il bunt e costringendolo a battere un infield fly sulla seconda base. Il battitore successivo mette un bunt a sorpresa e riempie le basi con un solo out. La difesa bresciana però non si scompone e riesce ad eliminare prima Valenti a casa base e poi Astorri che batte un pop sul ricevitore. Ora tocca a Brescia giocarsi il tutto per tutto nel suo attacco. Virgadaula mette un bunt che Collecchio prova a giocare in terza ma il corridore arriva salvo e le basi si riempiono. Dopo questa giocata però c'è un po' di confusione in quanto Virgadaula non doveva andare a battere ed era il turno di Vinetti. Brescia ha commesso un errore che poteva costare la partita in quanto quest anno per l'ennesima volta sono cambiate le regole del tie break e lo staff tecnico pensava di poter scegliere il battitore, mentre andava invece rispettato l'ordine regolare. Si riparte quindi con un out (Virgadaula eliminato giustamente in quanto non doveva battere) e gli uomini nuovamente in prima e seconda. Dallaturca però sembra aver perso precisione e regala una base ball a Vinetti, riempiendo le basi. A questo punto Collecchio si gioca la carta Giovannelli per cercare di limitare gli avversari, ma Alloisio colpisce un singolo a sinistra che vale la vittoria, sancendo la fine di una delle più belle partite viste a Brescia quest anno.

In gara 2 cambiano i protagonisti ma il copione è lo stesso. Nella partita del lanciatore straniero sono Yepez e Noguera a farla da padroni, non concedendo nulla o quasi alle mazze avversarie. Prestazione notevole soprattutto da parte del lanciatore del Collecchio che concede una sola valida ai bresciani, completando tutte e 9 le riprese e confezionando 16 strikeout. Ottima prestazione anche di Noguera che in 6 riprese lanciate concede solo 4 valide e mantiene la partita in equilibrio. La svolta arriva al settimo. Sul monte di lancio per Brescia sale a lanciare Moreta e il suo avvio non è dei migliori. Zanichelli è il primo battitore affrontato e il prima base collecchiese colpisce un doppio a destra. Successivamente Moreta concede due lanci pazzi che valgono il punto del 1 a 0 per Collecchio. Da questo momento in poi il lanciatore bresciano si riprende bene e non concede più nulla agli avversari ma le mazze bresciane non riescono a decifrare i lanci di Yepez e l'attacco non riesce a concretizzare nulla, lasciando il punteggio sul 1 a 0 per gli ospiti che sarà anche il risultato finale. Un ottimo pareggio dunque per l'Ecotherm CUS Brescia, che ha mostrato ancora poca incisività in attacco, ma una difesa di alto livello che può ben figurare anche senza i titolari e tenere a bada anche gli avversari più quotati. Tutte ottime indicazioni in vista dell'incontro di coppa di Domenica 23 Luglio, in cui si deciderà l'accesso ai quarti di finale di coppa Italia nel match contro il Verona, sconfitto due volte dal Bologna nell'ultimo turno di campionato. Appuntamento quindi per tutti i tifosi e gli appassionati al campo di via Branze per sostenere la squadra. Gara 1 vedrà il lancio di inizio alle 11 mentre gara 2 alle 15.30.

Brescia rimedia una sconfitta nell'unica partita giocata nel weekend (gara 2 sospesa per maltempo e impraticabilità del campo) ma mantiene a distanza l'Oltretorrente grazie alla sconfitta degli emiliani in terra siciliana.
 
Il cielo su Brescia minaccia tempesta e fin dalle prime ore del mattino il meteo decide di complicare la giornata alle squadre pronte ad affrontarsi sul diamante di Via Branze.
Da sottolineare lo sforzo fatto dalla squadra di casa per cercare di rendere praticabile il campo, dopo che per ben tre volte, dopo altrettante "bombe d'acqua", gli incontri sono stati sospesi e rimandati per consentire di sistemare il campo e giocare in condizioni di sicurezza.
Lo sforzo di tutti ha consentito di riuscire a svolgere interamente gara 1 (iniziata con quasi due ore di ritardo e finita nel tardo pomeriggio a causa di un interruzione per pioggia al terzo inning) ma nulla si è potuto quando le intemperie si sono nuovamente scatenate alla fine del primo inning di gara 2, con Brescia in vantaggio per 1 a 0, e l'arbitro ha decretato la sospensione dell'incontro che verrà recuperato probabilmente nel primo weekend di Agosto qualora la classifica lo richieda.
 
Venendo alla gara purtroppo il copione è simile a tutte le partite perse da Brescia quest anno. Una prova difensiva buona, anche se non esente da sbavature (saranno 3 gli errori alla fine) ma una prestazione in attacco non sufficiente, con solamente 5 valide messe a segno contro le 13 degli avversari.
Gli ospiti si scatenano a inizio partita e tra il secondo e il quarto inning incassano tutti i 7 punti che alla fine varranno la vittoria, grazie ad un ottima prova corale di un attacco che riesce a colpire sempre solidamente i lanci di un impotente Coletti.
Brescia tenta di reagire e al quarto accorcia con 2 punti grazie alle valide di Bazzana, Jaramillo e a un lunghissimo fly di sacrificio di Pestana.
Dal quinto in poi Brescia riesce a mettere a posto le cose in difesa e prima Zanchi, poi Dall'Agnese svolgono un ottimo lavoro sui monte, che combinato ad una difesa precisa, non fa più segnare gli ospiti.
Sembra che Brescia possa ancora dire la sua e tentare un recupero ma i leoni bresciani non riescono ad essere incisivi nel box e non vanno oltre ad un ulteriore segnatura al quarto inning, propiziata da un altro fly di sacrificio di Pestana.
Da quel momento in poi l'Ecotherm non riesce più a produrre nulla e il risultato rimane fermo sul 7 a 3 fino al nono, sancendo la meritata vittoria per i piemontesi.
 
Ora il campionato avrà una pausa in vista della coppa Italia, che vedrà il Brescia impegnato a Ronchi dei Legionari, contro i friulani che hanno pareggiato la serie con Verona nel primo turno. La ripresa del campionato tra 2 settimane vedrà sul campo di via Branze l'importantissimo scontro in chiave salvezza con l'Oltretorrente, attualmente ultima della classe.

Weekend difficile per l'Ecotherm Cus Brescia che conferma le difficoltà di questa stagione complicata rimediando due sconfitte contro i campioni in carica del Paternò. I Bresciani giocano due buone partite ma i siciliani ne hanno di più, specialmente in attacco, e conquistano il meritato sweep ai danni dei leoni bresciani.

Gara 1 è una partita divertente ed avvincente, che vede le due squadre darsi battaglia senza risparmiarsi e sorpassarsi e raggiungersi nel punteggio più volte. Partono fortissimo gli ospiti che segnano subito 2 punti nei primi due inning grazie a 4 valide e a un errore della difesa locale. Dopo questa partenza "a razzo" dei siciliani pian piano Brescia riesce a mettere ordine e concentrazione in campo resistendo alle folate dell'attacco siciliano e andando ad impattare la partita sul 2 pari al quarto attacco, grazie alle valide in serie di Jaramillo, Pestana, Bellesi e Pesci. Paternò però non ci sta e allunga di un punto nella ripresa successiva grazie a 3 valide che fruttano il momentaneo 3 a 2 per gli ospiti. In difesa per Brescia Dall'agnese rileva un buon Coletti e da continuità al monte, con una prova di sostanza, e il buon momento difensivo di Brescia viene affiancato dalla reazione in attacco al sesto inning, in cui la squadra di casa riesce nuovamente a pareggiare l'incontro grazie alle valide di Bazzana, Jaramillo e all'RBI di un intramontabile Bellesi, che va a lasciare il segno anche in questa partita. La partita prosegue in equilibrio al settimo e all'ottavo Paternò sfrutta un errore arbitrale (giocatore colto rubando nettamente che viene chiamato salvo in seconda) e con un triplo di Garcia si porta sul 4 a 3. A quel punto Brescia ha ancora due attacchi per ribaltare la situazione ma con la mazza non riesce più ad essere incisiva grazie anche all'ottimo rilievo di Torres e in difesa avviene il definitivo tracollo al nono inning, in cui il Paternò, grazie a 1 colpito, due basi ball, una valida e un errore riesce a segnare ben 4 punti, portandosi sul punteggio di 8 a 3 e chiudendo di fatto una partita che Brescia non ha più la forza di recuperare.

In gara 2 Brescia vuole riscattarsi con il suo miglior lanciatore, ma di fronte a Noguera c'è un altro ottimo lanciatore: Perez, che sarà autore di una complete game con 16 strikeout e solamente 3 valide concesse. Questi dati fanno capire che nonostante una buonissima prestazione da parte di Noguera, autore di 15 strikeout con però 9 valide concesse in 8 riprese, la partita sia stata molto complicata per le mazze bresciane e l'Ecotherm si è dovuta arrendere ad un Paternò molto più incisivo in attacco. Il primo inning vede gli ospiti partire fortissimi e segnare subito 2 punti, grazie alle valide di Molina (farà 4 su 4 a fine partita) e Salgado. Brescia però sembra riuscire a reagire e accorcia subito le distanze grazie ad una bella valida di Pestana. Da questo momento in poi le difese e i lanciatori la fanno da padrone, concedendo solo le briciole agli attacchi avversari . Brescia non riesce mai ad essere pericoloso e all'ottavo inning i siciliani allungano sul 3 a 1 grazie alla valida di Garcia e ad un doppio di un inarrestabile Molina. A questo punto sale sul monte Pittari per brescia, che è autore di un ottimo rilievo, ma negli ultimi attacchi Brescia continua a non produrre e arriva la seconda sconfitta del weekend, che lancia i siciliani al primo posto in classifica e condanna il brescia al penultimo in virtù anche della doppia affermazione del Sala Baganza sul difficile campo di Torino.

Momento importante e commuovente a contorno di gara 2 il saluto e la standing ovation fatta da tutto il pubblico presente e da tutti i giocatori, avversari compresi, a un visibilmente emozionato Marco Bellesi, a cui Gorrin concede la passerella al nono. Il quarantatreenne prima base bresciano si trasferirà negli States in settimana e da l'addio al baseball giocato e alla maglia del CUS Brescia, che ha vestito con onore e orgoglio, lasciando un' impronta importante ed essendo di esempio per i compagni, per più di 20 campionati. Da tutta la società va a Marco un immenso in bocca al lupo per la sua nuova avventura oltreoceano.

Il Cus Brescia arrivava sul campo del Senago dopo le brutte sconfitte, entrambe per manifesta, rimediate sul campo del Collecchio. I bresciani erano dunque chiamati al riscatto in due incontri alla portata dei ragazzi del manager Gorrin. Riscatto che è avvenuto solo parzialmente. I leoni bresciani infatti, pur mettendo in campo due buone prestazioni, riescono ad ottenere solo un pareggio, non riuscendo a bissare nel pomeriggio la bella vittoria ottenuta in gara 1.

In gara 1 si sfidano sul monte Coletti e Piccini. Sarà il bresciano ad avere la meglio con un ottima prestazione da 7 riprese lanciate, 4 valide concesse e addirittura 11 strikeout messi a segno. Gli attacchi di entrambe le squadre faticano contro i lanciatori avversari e per vedere la prima segnatura bisogna attendere il quarto inning. Brescia riesce a mettere gli uomini in base grazie alle valide di Bazzana, e Pestana, ci pensa poi Pesci, al suo rientro dopo un lungo infortunio al polso che l'ha tenuto lontano dal campo per più di un mese, a colpire un singolo che frutta il primo punto della partita a favore del Brescia.

Senago fatica a reagire grazie anche agli ottimi lanci di Coletti che mette letteralmente il bavaglio alle mazze meneghine e al quinto Brescia allunga ancora grazie ad un lunghissimo doppio di Bazzana che porta a casa il punto del 2 a 0. Non ci sono più occasioni e la partita procede veloce grazie anche all'ottimo rilievo di Dall'Agnese che chiude due inning senza concedere nulla e consente a Coletti di ottenere la sua prima vittoria stagionale. Una buona prestazione collettiva dell'Ecotherm  CUS Brescia, che finalmente riesce a battere più dell'avversario (8 a 5 il conto delle valide) e legittima quindi il risultato.

In gara 2 il match vede opporsi Noguera a Gonzalez, che la fanno subito da padroni e dominano le mazze avversarie, che non riescono a sbloccarsi e la partita procede velocemente inning dopo inning, mantenendosi in parità sullo 0 a 0. La squadra a sembrare più pericolosa sembra essere Brescia, che però ha il difetto di sprecare tanto, lasciando ben 5 uomini sulle basi tra il terzo e il quinto inning. Ci pensa dunque Pestana al sesto con un fuoricampo a portare i suoi in vantaggio per 1 a 0. 
Dopo il fuoricampo del ricevitore bresciano Brescia non riesce a produrre più nulla in attacco e pian piano Senago comincia a riacquistare fiducia, nonostante un ottima prestazione di Noguera, che alla fine totalizzerà 14 strikeout e concederà 6 valide. 
La parte bassa del nono inning si apre con gli ospiti in vantaggio per 1 a 0 a difendere il risultato contro un Senago che prova a dare tutto per portarsi a casa la partita. Dopo il primo out la squadra locale mette a segno 2 valide e grazie anche all'unico lancio pazzo di giornata di Noguera il Senago si trova con le basi piene ed un solo out. A questo punto Betti colpisce una rimbalzante sul terza base, Virgadaula raccoglie e spara in seconda per tentare il doppio gioco che avrebbe potuto chiudere la partita ma Alloisio non riesce a trattenere e la palla cade consentendo a Senago di segnare i due punti che valgono la partita. Una partita equilibrata, con 6 valide per parte, in cui Brescia ha anche sprecato e che alla fine ha premiato la squadra che più ci ha creduto.

 Nonostante la delusione per l'esito di gara2, con la vittoria sfumata all'ultimo, le indicazioni che si possono trarre sono positive e migliorative rispetto alla settimana precedente.

Settimana prossima l'Ecotherm avrà un difficilissimo doppio incontro con avversari i siciliani del Paternò, che con una doppia vittoria contro il Collecchio si sono portati in testa alla classifica, appaiati proprio ai ducali. Appuntamento quindi sabato pomeriggio e domenica mattina sul campo di via Branze, per un altra emozionante sfida di questo campionato ricco di colpi di scena.

Che i bresciani si presentassero a Collecchio in situazione di emergenza, tra infortuni e indisponibilità, era noto già alla vigilia, ma una debacle così ampia nel punteggio era difficile da prevedere. Gorrin deve fare ancora i conti con l'infermeria ed è costretto a rinunciare a Pestana e Pesci. Alla loro assenza si sommano le indisponibilità di Bellesi, Zucchini e Vinetti. Ovvio che sfidare la più accreditata squadra parmigiana, capolista del girone, senza un ricevitore e un prima base di ruolo e con il parco esterni ridotto all'osso non abbia aiutato la causa dei colori bresciani ma nella doppia sfida svoltasi in terra emiliana l'Ecotherm CUS Brescia mostra due prestazioni non all'altezza e consente ad un Collecchio estremamente solido e determinato di completare lo sweep che rafforza la prima posizione in classifica.

In gara 1 continuano i problemi in attacco per i leoni bresciani, che riescono a battere solamente 3 valide contro il monte italiano di Collecchio. Continua dunque un problema di produttività delle mazze bresciane che infatti sono agli ultimi posti del torneo in questa statistica, con una media di squadra di .194, che assume ancor più significato se pensiamo che l'avversario ha invece una media battuta di .310. Il conteggio della valide in gara 1 recita 14 a 3 per la squadra di casa. Dato indicativo che riassume la prestazione incolore del CUS Brescia, che troppo presto si arrende alla supremazia del Collecchio, capace di indirizzare la partita già dal primo inning segnando 2 punti, e poi di dilagare dal quarto inning segnando costantemente fino a portarsi sul 9 a 0 già al sesto. Unico sussulto degli ospiti nella parte alta del settimo, quando Jaramillo riesce a segnare il punto della bandiera sulla bella valida di Moreta, ma all'attacco successivo uno spietato Collecchio mette il sigillo sulla partita con 2 punti che inchiodano il punteggio sull' 11 a 1 e archiviano la partita anzitempo per la raggiunta manifesta.

Brescia cerca il riscatto in gara 2 contro uno dei lanciatori più forti del torneo: Yepez. I ragazzi di manager Gorrin (che vista l'emergenza sarà costretto a giocare ricevitori riuscendo a colpire anche 2 valide) partono subito forte e sembra riescano a leggere i lanci di Yepez. L'attacco sembra finalmente sbloccato, nonostante i lanci del forte lanciatore venezuelano e le valide di Bertolotti, Bazzana, Jaramillo e Gorrin, in rapida successione portano i bresciani a condurre per 3 a 0 alla prima ripresa. Sembra un altra musica rispetto alla partita del pomeriggio e i lanci di Noguera guidano al meglio la difesa bresciana annichilendo per i primi inning le mazze avversarie. Pian piano però l'inerzia della partita inizia a cambiare, Collecchio dà dimostrazione di non stare lassù per caso e con calma costruisce la rimonta. La parte centrale del line up dei ducali riesce a colpire duro i lanci di Noguera e battendo 4 valide nella parte bassa del terzo riescono a segnare 3 punti che riducono il divario e portano la partita sul 4 a 3 per gli ospiti (Brescia aveva allungato sul 4 a 0 nella parte alta del terzo grazie ad un rbi di Gorrin), che però ora sembrano in balia dell'avversario. L'inerzia è chiaramente in favore della squadra di casa che completa il sorpasso tra il quarto e il sesto inning, portando punti con regolarità andando a segnare 1, 3 e 1 altro punto portando il punteggio sul 8 a 5 e andando a condurre in sicurezza. Brescia sembra bloccato e non riesce più a incontrare i lanci di un ottimo Yepez, che dopo le difficoltà del primo inning conferma la sua fama lanciando un ottima partita da 6 riprese lanciate con 15 strikeout e 7 valide concesse. Ottima anche la partita di Noguera per i colori bresciani che confeziona 9 strikeout in 5 riprese lanciate, concedendo 7 valide, ma la differenza l'ha fatta ancora una volta l'attacco più incisivo dei padroni di casa e le disattenzioni difensive di un Brescia che confezionerà ben 8 errori nel corso dell'incontro. Sul punteggio di 8 a 5, quindi con la partita ancora aperta si arriva al'ottavo inning. Nella parte bassa Moreta sale come rilievo ma i suoi lanci non trovano precisione e quando trovano la zona le mazze di Collecchio puniscono. Dopo 4 basi ball e 2 punti subiti, con le basi piene, sale sul monte Bonetti a provare a metterci una pezza ma Collecchio colpisce ancora valido andando a completare un big inning da 7 punti senza eliminazioni subite che porta il punteggio sul 15 a 5 e chiude i giochi anzitempo anche in questo secondo incontro.

Ora in settimana l'Ecotherm Cus Brescia deve riuscire a caricare le batterie, fisiche e mentali, in vista dell'importante match di domenica prossima contro Senago, primo incontro del girone di ritorno di questo campionato che si dimostra di sofferenza per i colori bresciani. I milanesi sono reduci da un ottimo pareggio contro il forte Paternò e sarà ancora una giornata difficile ma fondamentale per i ragazzi di Gorrin per proseguire il cammino verso la salvezza.

Serviva una doppietta per rilanciarsi ulteriormente in classifica dopo la buona prestazione con l'Oltretorrente. Arriva invece un pareggio, che visto i risultati degli altri campi premia comunque la squadra di Gorrin, che complice la battuta di arresto del Senago guadagna ancora uno scalino portandosi al quinto posto. Sul campo di via Branze sono andate in scena due partite dall'andamento opposto. Gara 1 decisa da un big inning da 12 punti degli ospiti già al secondo non ha molto da raccontare per le 5 riprese successive, mentre gara 2 estremamente equilibrata diventa un vero e proprio duello tra lanciatori in cui a prevalere è un super Noguera, autore di un complete game da 15 strikeout per una splendida no hit/no run.

Della gara del mattino non c'è molto da raccontare. Per Coletti sarà una partita difficile e lo si vede fin da subito. Al primo inning la squadra ospite mette già a segno 2 valide ma una buona difesa da parte dei locali riesce a scongiurare la segnatura di punti. In attacco i bresciani partono come al solito poco incisivi ma è al secondo inning che la partita si compromette irrimediabilmente. Coletti concede una base ball al primo battitore dell'innning e sul lancio successivo arriva la palla persa di un eroico Moreta, che ha giocato fuori ruolo come ricevitore per sostituire l'infortunato Pestana, e il corridore del Sala si porta in zona punto. A questo punto Amoretti batte una groundball che sposta il compagno in terza base e frutta il primo eliminato dell'inning. Con l'uomo in terza Tamburrini batte una bella linea che viene però colta al volo da Pellegrini all'esterno centro ma sul rilancio del bresciano il taglio arriva in ritardo e la giocata a casa base sfuma concedendo il primo punto al Sala Baganza che ora ha 2 out. Da qui in poi si spegne la luce e Brescia viene sommerso dalla produttività in attacco dei parmigiani che iniziano a martellare con le mazze e colpire valido mettendo gli uomini in base ad ogni turno nel box. Anche il rilievo Pittari subisce la verve dell'attacco ospite e i bresciani riescono a chiudere questo inning stregato solo dopo 12 punti subiti, 2 errori e 6 valide concesse. E' una batosta troppo grande per un Brescia che non riesce ad essere produttivo neanche in attacco (saranno solo 3 le valide a fine partita per i leoni bresciani). I successivi inning sono "Garbage time" prendendo a prestito la terminologia del basket. Gli allenatori di entrambe le squadre fanno qualche sostituzione per dare qualche turno a chi ha meno spazio solitamente e la partita si trascina oggettivamente poco appassionante fino al settimo, con un ulteriore segnatura degli ospiti al quinto, terminando con il punteggio di 13 a 0. Gara condizionata dal secondo inning stregato da cui Brescia non ha più saputo rialzarsi

Quando il leone è ferito è a quel punto che tira fuori gli artigli e i leoni bresciani si prendono la rivincita in gara 2 con un ottima prestazione difensiva e concretezza in attacco, dove pur battendo poco riescono a sfruttare le poche occasioni create. La partita è un duello per palati fini tra due dei lanciatori migliori del torneo. Noguera e Cuesta si sfidano a colpi di dritte a 90 mph e insidiose palle a effetto e sfoderano entrambi una prestazione importante. Saranno 15 gli strike out messi a segno da entrambi, ma la differenza la farà la difesa del Brescia, abile a supportare il proprio pitcher per la conquista della no-hit e l'attacco capace di colpire 5 valide contro le 0 degli avversari. Il punto che decide la partita si concretizza al secondo inning. Bellesi apre l'inning con un doppio lungo linea a sinistra. Gorrin lo sposta in terza con una rimbalzante sul seconda base e Pellegrini con un'insidiosa battuta tra prima e seconda base porta il punto dell' 1 a 0 che verrà difeso fino al nono. Da sottolineare nella partita anche il duello tra Cuesta e Pellegrini che mettono in piedi una sfida sia nel box di battuta che sulle basi. Saranno infatti due le basi rubate dall'esterno centro su 3 tentativi. La partita scorre veloce grazie alla supremazia dei lanciatori e Noguera vede sfumare il perfect game solo all'ottavo inning quando una insidiosa rimbalzante tra interbase e terza battuta da Romanini viene raccolta da Bazzana che correndo all'indietro prova un disperato tiro in prima il cui rimbalzo però inganna il prima base bresciano e fa arrivare in base il giocatore del Sala, che sarà l'unico a toccare il cuscino di prima tra i suoi compagni. Nonostante fosse lecito aspettarsi una prestazione migliore in gara 1 il pareggio, alla luce dei risultati degli altri campi, non va poi così male a Brescia, che riesce a guadagnare un posto in classifica grazie alla doppia sconfitta del Senago contro la terribile matricola dei Grizzlies Torino. Bollate perde due partite di misura in terra siciliana, consentendo al Paternò di lanciarsi all'inseguimento del Collecchio che viene sorprendente fermato in gara 2 da un tenace Oltretorrente. I risultati della giornata mostrano quanto il girone A sia equilibrato e combattuto con tutte le formazioni che possono avere la meglio sulle altre. Sabato prossimo ci sarà il recupero della sesta giornata e l'Ecotherm CUS Brescia sarà ospite sul campo della capolista Collecchio a provare a fare lo sgambetto ai primi della classica e continuare la risalita in classifica.

Pagina 1 di 2

FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball

A Bologna la FIBS incontra i rappresentati degli atleti delle società

Continua il dicembre di lavoro della Federazione che sabato 16 presso la consueta sede del CR FIBS Emilia Romagna si confronterà su vari temi con...

La Fortitudo Bologna annuncia l'acquisto di Giuseppe Mazzanti

Nel tradizionale pranzo degli auguri di Natale, la Fortitudo Bologna festeggia un regalo non da poco, assicurandosi le prestazioni di Giuseppe Mazzanti per la stagione...

Gli appuntamenti dei tryout per la Nazionale U12 baseball

Con lo sguardo all'Europeo di Budapest in programma dal 2 all'8 luglio 2018, lo staff del Team Italia ha comunicato gli appuntamenti dei tryout 2018...

Dai Winter Meetings una collaborazione sempre più stretta fra FIBS e MLB, anche in chiave...

È stata una missione intensa e faticosa, ma molto efficace quella che ha vissuto la delegazione FIBS, guidata dal Presidente Andrea Marcon, negli Stati Uniti,...

Il Baseball Softball Marche LAB organizza uno stage ad Ancona per la categoria U12

Domenica 17 Dicembre presso il PalaVeneto di Ancona dalle 9.30 alle 18.00 si terrà uno stage organizzato dal Baseball Softball Marche LAB riservato agli atleti...

News dal baseball internazionale

Squadre scatenate per l’acquisto dei rilievi

Published in: 2017Qualche anno fa si spendevano fiumi di parole sui soldi spesi per acquistare un partente. La situazione di Zack Greinke, firmato per 32...

Put a halo on Ian Kinsler

Published in: 2017Era dall’inizio del mercato invernale che i Los Angeles Angels erano in cerca di un seconda base. Dopo varie indiscrezioni e ricerche, la...

Marcell Ozuna è il nuovo slugger dei Cardinals

Published in: 2017Pochi minuti dopo la "denuncia" dell'agente Scott Boras per la svendita affrettata dei Miami Marlins, la franchigia della Florida piazza un'altra mossa che...

Il gomito di Shohei Ohtani è danneggiato

Published in: 2017Sembrava troppo idilliaco il sodalizio Angels - Shohei Ohtani, ma qualche retroscena emerso martedì ha gettato qualche ombra sulla salute dell'ex Nippon Ham Fighter. La...

La Gara 7 di Jack Morris: Il neo Hall-of-Famer la ricorda, con Smoltz

Published in: VideosIl miglior pitching duel in una Gara 7: era il 1991, erano gli Atlanta Braves e i Minnesota Twins. Con l'elezione a Cooperstown...

Le ultime gallerie fotografiche

Podcast

botr banner

Video Gallery

Quest’opera è rilasciata nei termini della licenza Creative Commons Attribuzione Non Commerciale – Condividi Allo Stesso Modo 4.0 (CC BY-NC-SA) il cui testo è disponibile alla pagina Internet http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/

Disclaimer

Baseball & Softball news è un progetto realizzato in collaborazione con FIBS - Federazione Italiana Baseball Softball. Un contenitore di notizie, video, fotografie dedicate al baseball italiano ed internazionale.

We use cookies to improve our website. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. For more information visit our Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree